08 aprile 2020

Cultura

Chiudi

17.11.2019

Quadri «da toccare»
di Cino Granata
alla Biennale Sbav

Chi entra nella ex chiesa di San Pietro Incarnario, in stradone San Fermo, sede della Biennale d'arte 2019, ossia la realtà espositiva collettiva organizzata dalla storica Società Belle Arti di Verona (aperta fino al 20 novembre) è subito colpito da due quadri in acrilico che spiccano in fondo a sinistra ad angolo, anche per chi guarda da lontano o ha problemi di vista, poiché sono magnetici e trasmettono una luminosità che attrae. Si tratta delle opere «Mela primordiale» e «Gallini», curiosi dipinti del pittore veronese Fiorenzo "Cino" Granata che così li presenta: «Sono tele da vedere per la luce guida che desiderano diffondere come se fossero fari, ma anche da tocca. Il loro colore e impasto vogliono trasmettere ai polpastrelli sensazioni di vitalità del soggetto rappresentato, dando l'opportunità di vedere oltre, anche ai non vedenti e agli ipovedenti. Il primo si chiama Mela primordiale e ho disegnato il frutto quadrato, perché con la mia pittura racconto l'altra faccia dell'evidenza, con la percezione e rivolta rivolta all'interno e non all'esterno. Ciò mi dà sicurezza, forza, intimità, famiglia. La mela con gli angolini è come una stanza, protettiva, rossa perché simbolo dell'amore, una tana affettiva. Gallini, invece, presenta una coppia di pennuti protagonisti del mio ultimo filone dedicato al mondo bambino che è in noi. Sono pulcini cresciuti che raccontano la mia parte infantile, la giocosità, il desiderio di amicizia e condivisione. I Gallini si comportano come esseri umani ma solo nel bene. Il loro è un messaggio al mondo, di amore universale senza differenze di genere».

 

Granata espone in Italia e all'estero e alcune sue opere di grandi dimensioni sono esposte in modo permanente alla galleria aperta del Polo Confortini dell'ospedale di Borgo Trento.

Michela Pezzani
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie