30 marzo 2020

Cultura

Chiudi

18.12.2019

La città degli angeli Il viaggio a ritroso di Corrado Passi

Corrado Passi, 56 anni
Corrado Passi, 56 anni

È uscito Los Angeles, Paradise (Emersioni Editore), il terzo romanzo di Corrado Passi, 56 anni, veronese, un medico che a 40 anni ha lasciato la professione e abbracciato la scrittura, andando a vivere in Sudafrica. A Johannesburg ha creato una società che organizza viaggi nell’Africa australe, ottenendo anche il titolo di guida culturale professionista. Passi, che ha scritto anche la guida Cape Town (Polaris guide) sulla città sudafricana in cui vive, è alla terza esperienza di romanziere dopo Oltre la Vita felice (Polaris romanzi) e L’intensità della luce (Emersioni). Il nuovo libro, Los Angeles, Paradise, è ambientato in California, a Los Angeles, tra il 1965 e il 2001, e narra la storia di una coppia. Due importanti eventi sociali, accaduti in città a distanza di molti anni, costituiscono lo sfondo della vita dei protagonisti e della loro relazione con il passato, un tempo che si rivela denso di verità inattese e sconvolgenti. La famiglia e la ricerca delle proprie origini divengono, allo stesso modo, un desiderio e una persecuzione, un ritmo ossessivo che, nella “città degli angeli”, cadenza ogni giorno i sogni proibiti e le più coraggiose illusioni. Los Angeles, immensa e cangiante, è un non-luogo nel quale è facile perdere di vista la propria dimensione, e si trasforma anch’essa, come il tempo, in una meta invisibile. «L’interesse per la parola è nato in età giovanile e si è rafforzato a Verona, durante gli anni del liceo classico Maffei», dice Passi. «Scrivere è la mia passione più forte, quella che mi ha sempre accompagnato. Il mio trasferimento in Sudafrica ha avuto certamente un ruolo determinante nel decidere di proporre le mie opere a editori italiani. Da molti anni riesco a dedicare alcune ore della mia giornata alla scrittura, con continuità. Da questo punto di vista mi ritengo un privilegiato», racconta l’autore. «Inoltre Il Sudafrica è una grande fonte di ispirazione. È una terra nella quale ci si sente permeabili nei confronti dell’umanità e della natura; è un luogo che ti fa sentire perennemente in viaggio, curioso e capace di stupore». Sul suo ultimo libro Passi sottolinea che «l’ineffabilità di Los Angeles accompagna la vita onirica dei due protagonisti. In ogni caso il paesaggio, nei confronti delle persone, non rappresenta mai un altro da sé, ma diviene una parte di noi stessi, una nostra estensione», ricorda l’autore, anticipando che «da circa sei mesi sto lavorando a un nuovo romanzo e ho appena concluso un breve book tour in Italia dove, nonostante il lungo volo transcontinentale di 15 ore, cerco di essere presente il più possibile per promuovere e presentare i miei romanzi. Sono stato invitato a “Le Printemps Italien”, un festival di letteratura che si terrà a Bordeaux, nel marzo 2020, e ho in programma presentazioni in Italia, a Bruxelles nel giugno 2020 e negli Stati Uniti d’America». •

Enrico Giardini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie