15 settembre 2019

Cultura

Chiudi

12.04.2019

Tra passato e futuro Ciclo di conferenze dedicato all’Europa

Un ciclo di incontri sull’Europa, dedicato a chi sull’Europa aveva costruito la sua vita professionale e personale, Antonio Megalizzi, il giornalista di 29 anni ucciso da un attentatore nella strage dei mercatini di Natale di Strasburgo, nel dicembre scorso. Il dipartimento di cultura e civiltà dell’università di Verona intitola a lui la serie di incontri «Europa. Una sfida tra passato e futuro», organizzata come progetto di ateneo da Renato Camurri, professore di storia contemporanea. Le conferenze affronteranno i temi caldi che vive oggi l’Unione europea, divisa tra europeisti e sovranisti, alle prese con le sfide per le quali era nata e con defezioni di peso come quelle della Gran Bretagna. Durante gli incontri si rifletterà sui motivi fondanti dell’Europa e sui pericoli deflagranti al suo interno oggi. Le conferenze si terranno tutte al polo Santa Marta, in via Cantarane, 24, alle 17.30. La prima sarà giovedì 18 aprile con «La Cenerentola d’Europa? L’Italia e l’integrazione europea», con Antonio Varsori, dell’università di Padova. Il 9 maggio toccherà a «Generazioni Erasmus: la questione educativa nel processo di integrare europea», con Simone Paoli dell’università di Pisa. Il 13 maggio, invece, in occasione della pubblicazione del volume di Federico Finchelstein, «Dai fascismi ai populismi. Storia politica e demagogia nel mondo attuale» (Donzelli editore, 2019) il professore Camurri dialogherà con l’autore, insegnante alla New school for social research di New York, nella conferenza dal titolo: «L’Europa di fronte alla sfida dei vecchi e nuovi populismi». Chiuderà la rassegna, il 23 maggio, l’incontro «L’antieuropeismo: dalle radici storiche all’attualità», durante il quale interverrà il professore dell’università di Siena, Daniele Pasquinucci. •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1