16 luglio 2019

Cultura

Chiudi

11.11.2018

Stephen King si conferma subito il Re

Stephen King«Fate il vostro gioco» di Manzini
Stephen King«Fate il vostro gioco» di Manzini

SOPRANNATURALE Schizza subito in testa alla classifica dei libri più venduti a Verona Stephen “Re” King con “The Outsider” (Sperling & Kupfer). Si tratta dell’ennesimo, straordinario horror di un Maestro, arrivato ad un punto della sua carriera, che gli consente di narrare ogni cosa con estrema naturalezza. La sua chiave, anche negli episodi, più stravaganti consiste nella semplicità, capace di tener inchiodato il lettore addirittura per migliaia di pagine. In primo piano l’assassinio di un bambino di undici anni torturato e violentato e un colpevole quasi predestinato. Quindi il romanzo comincia con l’aria di un semplice thriller, ma ben presto nello stile di King, spunta un elemento soprannaturale soprannominato, appunto “The Outsider”. C’è spazio anche per una critica politica sottile, quasi impercettibile. Il riferimento a Donald Trump è un manifesto appeso in una tavola calda texana, scarabocchiato e pieno di scritte. Per la serie, anche nello stato più conservatore che esista, non amano questo presidente. LUDOPATICO Scivola al posto d’onore il vicequestore Rocco Schiavone, protagonista in casa Sellerio, con “Fate il vostro gioco” per la penna di Antonio Manzini. Per l’ennesima volta il thriller, noir e poliziesco, ribadisce la grande capacità dell’autore romano di rinnovarsi e proporre ai lettori, dietro trama ed intreccio, riflessioni importanti sulla società contemporanea. In “Fate il vostro gioco” Manzini ha puntato al cuore uno dei problemi più controversi e meno affrontati del nostro Paese: la ludopatia. Grande fonte di guadagno per lo Stato italiano si tratta di una vera e propria dipendenza, per molti versi, simile a quella da sostanze stupefacenti. Secondo uno studio presentato recentemente dall’Istituto Superiore di Sanità, in Italia ci sono circa 18 milioni di persone che giocano saltuariamente, fra i quali 1,5 di milioni definiti problematici. Eppure anche se distrugge persone, famiglie, tessuto sociale, la ludopatia continua ad essere un problema poco affrontato dai media. Che Schiavone ci si trovasse coinvolto era, in fondo, solo questione di tempo, operando lui ad Aosta, vicino al casinò di Saint-Vincent. SUADENTE Terzo posto per “The Game” (Einaudi) il vertiginoso racconto di Alessandro Baricco sulla modernità, da quando era “analogica” (calciobalilla) alla digitale (Rete e via dicendo), cioè leggera, veloce, immateriale. Lo scrittore torinese è suadente, ti prende per mano, a volte per i fondelli, ti porta a guardare i fatti e la realtà sfilata dei fatti, tra password ed élite, mappe e hacker, notizie fake e notizie veloci, space invaders e vinile. Perdona il disuso del congiuntivo ai nostri giovani, segnalando altre abilità. Auspica che la cultura umanistica e femminile riesca a congiungersi a quella totalmente logica e scientifica degli ingegneri californiani maschi, bianchi, che hanno creato la Rete. ESORDIENTE Mah, i romanzi scritti da cantanti, magari vincitori di “X Factor” e scelti da Laura Pausini (Laura Pausini!) per aprire alcune tappe del suo nuovo tour non è che ispirino esattamente la nostra fiducia. Ci costa un po’ ammettere che è entrato in classifica, naturalmente spinto dai fan, il primo libro di Michele Bravi “Nella vita degli altri” (Mondadori). Ci sembra sia sempre la Mondadori a pubblicare e spingere tali operazioni. L’autore, un perugino ventiquattrenne il prossimo dicembre, milanese d’adozione, descrive il suo libro come “una canzone che dura 126 pagine”. Per fortuna non si tratta di un’autobiografia (almeno quello!), ma di una storia corale che ruota attorno a diversi residenti di uno stabile a cinque piani. Non privo di ingenuità e artifici retorici che ne appesantiscono la prosa, l’esordio di Bravi mira a mettere in campo le frustrazioni che la vita può provocare. E l’invidia verso gli altri che sorge quando non si riesce ad ottenere ciò che si vorrebbe. METALETTERARIO Il collettivo dei Wu Ming ridisegna in “Proletkult” (Einaudi) il personaggio di Aleksandr Bodganov, politico, economista e medico russo. Bodganov teorizzò il Proletkult, che nasceva con l’intenzione di dare forma e diffusione ad una vera e propria cultura proletaria, da realizzarsi nel rifiuto della simbologia borghese. Fu anche scrittore, autore del romanzo utopico fantascientifico “La stella rossa” (Sellerio), dove la società socialista perfetta vede la propria realizzazione sul pianeta Marte. Nel romanzo storico dei Wu Ming, Bodganov si ritrova, faccia a faccia, con quello che potrebbe essere un personaggio uscito proprio dal suo romanzo. Da questo incontro metaletterario si ripercorre l’esistenza del medico-filosofo, tappa dopo tappa, interrogando scelte e dubitando convinzioni. Seguendo le mosse di una partita a scacchi che finì con il decidere il destino della Russia. RAGAZZI Consigliamo, questa settimana, il libro di un’attivista statunitense di colore, una dei protagonisti più importanti per il movimento dei diritti civili americani: Rosa Parks (1913-2005), edito da Fabbri. Dai sei anni. Nata in una piccola fattoria dell’Alabama, fu costretta fin da bambina a lottare contro la discriminazione razziale a causa del colore della propria pelle. Il gesto rimasto più famoso fu quando, tornando dal lavoro su di un autobus, si rifiutò di cedere il posto ad un bianco. Per questo fu arrestata ed incarcerata. Ma la sua protesta fu determinante e diede il via a molte altre simili in tutti gli Stati Uniti. Per questo, ancora oggi, Rosa ispira coraggio e determinazione nella lotta per l’uguaglianza dell’intera umanità. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1