18 agosto 2019

Cultura

Chiudi

28.04.2019

Si ripropone il Premio letterario Federica

Dare una speranza e un aiuto alle persone che in Italia stanno affrontando direttamente o indirettamente il cancro. È il principale obiettivo del premio letterario in fase di organizzazione «Federica-le Parole della Vita», il concorso giunto alla quarta edizione e promosso da Fondazione Aiom, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica. «Lo scorso anno l’iniziativa ha riscosso un grande successo», spiega il dottor Fabrizio Nicolis, presidente di Fondazione Aiom. Alla giuria sono pervenute numerosi elaborati di narrativa e poesia prodotti da malati, familiari e medici. Abbiamo deciso perciò di proseguire nell’iniziativa, intitolata alla veronese Federica Troisi, una giovane che ha combattuto contro il cancro con determinazione, talora anche con ottimismo, continuando a scrivere, a sognare, a lavorare, ad amare, a progettare. Una grande donna che ha insegnato a molti “come” affrontare la vita e la malattia». «Scrivere permette di dar voce alla propria dimensione intima, alle conquiste che molti pazienti sono riusciti a raggiungere», aggiunge la dottoressa Stefania Gori, presidente di Aiom e ideatrice del concorso. «La scrittura può diventare uno strumento terapeutico contro il cancro e oggi più del 60 per cento dei malati riesce a sconfiggere un tumore». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1