23 luglio 2019

Cultura

Chiudi

20.01.2019

Genocido Srebrenica Un sopravvissuto incontra gli studenti

Il genocidio dei 8.372 musulmani bosniaci di Srebrenica, dell’11 luglio 1995, sarà ricordato domani e martedì con il superstite Hasan Hasanovic, autore di Surviving Srebrenica (Gabrielli editore) che sarà ospite a Verona per due giorni. Hasanovic parteciperà domani mattina al convegno «Sopravvivere al genocidio», al polo Zanotto dell’università. Nel pomeriggio sarà all’auditorium San Giovanni Calabria, in via San Zeno in Monte 23, dove alle 17.30 dialogherà con la professoressa Cristina Antonini, docente di storia e filosofia al liceo Maffei. Martedì alle 17 incontrerà gli studenti del Maffei, nell’aula magna dell’istituto, con Riccardo Noury, portavoce di Amnesty international. Tutti gli appuntamenti saranno accompagnati dagli stacchi musicali di Nardo Trio. La presenza di Hasanovic in città è legata agli studenti scaligeri: gli alunni della quinta B del liceo Copernico hanno tradotto dall’inglese il suo libro, mentre organizzeranno l’incontro il gruppo Maffei per la pace. Trait d’union tra i ragazzi è la professoressa Antonini, insegnante l’anno scorso al Copernico e quest’anno al Maffei, che ha portato i suoi studenti in gita culturale a Srebrenica. Il convegno al polo Zanotto, domani, si aprirà con i saluti del rettore magnifico Nicola Sartor, alle 8.45. Seguirà un intervento dei ragazzi delle superiori: «Il viaggio in Bosnia e l’incontro con Hasan della classe 5B del Copernico», a cura di Barbara Godoli, del liceo Curie di Bussolengo, e di Alessandra Martinelli del Copernico. Alle 9.15, la professoressa Antonini introdurrà il tema con il contributo «Capire i Balcani: alcune indicazioni di storia». La mattinata entrerà poi nel vivo con due ospiti d’eccezione: Hasanovic, appunto, curatore del memoriale di Potocari in Bosnia, a Srebrenica, che ricorda il genocidio, e Azra Nuhefendic, giornalista dell’Osservatorio Balcani Caucaso che alle 11.30 interverrà con «Perché Srebrenica. Coltivare la memoria». La mattinata è organizzata dal gruppo Radici dei diritti dell’ateneo. •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1