07 aprile 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

20.10.2019

Tregnago, è qui la grande bellezza

Il coro della parrocchia di San Giovanni Bosco
Il coro della parrocchia di San Giovanni Bosco

Luigino Torneri, pensionato, 64 anni, è presidente del Circolo Noi di Tregnago da cinque anni. «La nostra esperienza è cominciata con l’Anspi e sono stato il primo presidente quando il parroco era don Luigi Aldrighetti negli anni ’90. Nel 2002 si è trasformato nel Circolo Noi. In questi anni si sono succeduti diversi presidenti, ricordiamo in particolare Corrado Busti, che è ancora membro del direttivo. Adesso, dopo avere approvato il nuovo statuto, siamo in attesa del rinnovo del consiglio». Qual è l’uso che fate dei meravigliosi ambienti parrocchiali? «Ci tengo a dire quanto affermava don Nicola e ribadiva don Andrea a proposito della bellezza. Dobbiamo raggiungere la bellezza che Dio ha nascosto in ciascuno di noi. Dobbiamo anche riuscire a vedere la bellezza perché è un modo con il quale il Signore ci incontra. Tutto ciò che è bello aiuta ad incontrare il Signore e l’incontro con il Signore è quello che ti fa scoprire anche tutta la bellezza che c’è dentro di te. E ti provoca e ti fa crescere una domanda: chi mi aiuta ad essere così bello e chi devo ringraziare per questa bellezza? «Questa premessa spirituale è la base su cui nasce e si sviluppa l’Atelier della bellezza, che è il condensato del nostro programma operativo», spiega Torneri. «Ecco perché organizziamo teatro, danza, musica classica; oppure i concerti dalla fisarmonica alla lirica, dall’arpa... per godere della bellezza e riscoprire i talenti che Dio ha instillato in noi e che vogliamo far crescere. Questo lo spirito col quale organizziamo le iniziative e le abbiamo battezzate appunto “Atelier della bellezza”». In concreto cosa proponete? «Il Circolo promuove corsi individuali, collettivi e laboratori per tutte le età. Fra questi, il corso di teatro e il laboratorio di pittura creativa per i bambini dai 6 anni, il corso di fumetto per i ragazzi dai 10 anni, il laboratorio del legno per risvegliare, educare e imparare con il lavoro manuale; il “Circle flute” aperto ai bambini dai 7 anni, ovvero primi passi di gruppo con il flauto in bambu. Proponiamo anche un’introduzione al canto gregoriano e un altro all’ukulele. Tutte queste iniziative oltre al corso di arpa, di violino, di chitarra elettrica e flauto traverso, di pianoforte e di canto moderno si attivano se si raggiunge il numero minimo di partecipanti. Da tener presente che i maestri o gli istruttori di questi corsi ruotano di solito nell’ambito della parrocchia, però anche altri si avvicinano e instaurano rapporti di amicizia e collaborazione». E i rapporti tra parrocchia e Circolo Noi? «Siamo il braccio operativo della parrocchia, siamo al suo servizio. Quello che ci muove è il desiderio di collaborare per realizzare tutti assieme il regno di Dio. Per esempio: il curato ha organizzato il Grest e noi abbiamo organizzato il Centro estivo. In cosa consiste? Dalla fine della scuola fino a metà settembre, esclusa la settimana di Ferragosto, accogliamo i ragazzi dall’asilo alle medie per tutto il giorno, pranzo compreso; in totale 90-100 iscritti. Questa iniziativa cerca di dare una risposta alle necessità delle famiglie che, durante l’estate, non sanno dove collocare i propri figli. Penso che siamo una delle poche realtà della diocesi ad offrire questa opportunità. Il Centro estivo lo facciamo con la Cooperativa Monteverde, con personale specializzato e con un occhio di riguardo al cammino umano dei ragazzi. I genitori sanno che ci affidano i figli non solo perché li custodiamo; noi miriamo alla loro formazione. «Da molti anni», aggiunge il presidente, «organizziamo anche le “Vacanze famiglia”: si tratta di una settimana autogestita, in montagna, alla quale partecipano genitori, nonni e ragazzi. L’adesione è alta ed ogni anno abbiamo 90-100 partecipanti. Siamo stati in Val d’Aosta, in Trentino e nel Bellunese. Una esperienza di vita comunitaria che punta a far crescere amicizie che vadano oltre quella settimana e si riflettano nella vita parrocchiale. Con lo stesso spirito organizziamo ogni anno il pellegrinaggio al santuario della Madonna della Corona, ma anche momenti ricreativi e ludici come la Santa Lucia per i bambini o il Carnevale. Facciamo cose che fanno anche gli altri, però vorremmo che si caratterizzassero per un “cuore” diverso. Curiamo anche i rapporti con le altre associazioni e partecipiamo alle riunioni per condividere la vita del paese». Fra le tante iniziative quale ha avuto maggior successo? «Chi l’avrebbe mai detto: è stata quella sul canto gregoriano. È venuto un bel gruppetto, che si è cimentato e lo stiamo riproponendo. Anche la scuola di teatro ha riscosso un bel successo anche negli anni scorsi. Da non dimenticare anche il corso di chitarra. I corsi coprono le varie fasce d’età e si sviluppano nella logica della bellezza per far emergere i talenti che stanno in ognuno di noi. Periodicamente, con il Centro culturale Fumino organizziamo delle mostre, nella Disciplina, per rivedere dal punto di vista cristiano alcune opere di artisti famosi o la vita di alcuni santi significativi». •

Gian Battista Muzzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Giochi, sport e idee:
si cresce insieme
Noi al Centro,
qui si fa
tutto insieme
La Fonte, il laboratorio dell’amicizia
L’unione fa la differenza
Decisivo il ruolo dei laici
A Bionde metà del paese è con Noi
«Famiglie, abbiamo bisogno di voi»
Vince il senso della comunità
Tarmassia si muove al ritmo del Noi
«Un Circolo che
unisce e aiuta»
Sempre aperti e
sempre pieni di idee
«Una comunità che partecipa»
La fede? Fiorisce anche al bar
San Vito ruota
attorno alla «Cimice»
«Il Circolo unisce tutti i gruppi»
«Casa Mia», amicizia senza confini
«Il Noi, valore
indispensabile»
Gli amici del campeggio siamo Noi
La sfida del Noi: ripartire dai giovani
«Le famiglie, la nostra anima
e base dell’attività del Circolo»
Tante idee nel
segno di
don Guerrino
Giovani, anziani e
«lontani» l’importante
è partecipare
Unità nella fede, una
sfida vinta: «Il Noi vuol
dire partecipazione»
Due paesi che
lavorano
per «Uno»
Tregnago, è qui la grande bellezza
«Il Noi è il braccio operativo
Si educano gli onesti cittadini»
Quelli di Pozzo,
un Ponte fra
generazioni
«Il Noi può offrire
opportunità anche
lavorando con i gruppi»
Noi Balconi,
ecco dove il
paese s’incontra
Nuova chiesa,
sfida pastorale
«Il Sole»
mette i giovani
sempre al centro
Il Noi, il nostro luogo d’incontro
«Sei più», ma
il Circolo si
merita un nove
«Camminiamo
insieme al Noi»
Ca’ di David,
tante idee per
«vivere» il Noi
«Qui sai che ti puoi fermare»
Poggi: «Questa
è la casa
delle famiglie»
«Il Noi aiuta a creare relazioni»
Dall’oratorio al bar,
qui tutti si sentono
come a casa loro
«Un luogo
accogliente
per tutti»
Nella «casetta»
il Noi continua
a crescere
La fede
si rafforza
con i campi
Angiari, quelli
del Noi sono
una garanzia
L’accordo e
l’amicizia ci
fanno crescere
Dolcè, un quarto
di secolo da
protagonisti
Qui si mette
in circolo
il meglio
Circolo Noi,
ripartenza grazie
alle donne
Barbara e Cristina:
noi ci siamo. Franco:
«Aumentati i giovani»
Il Noi, grandi
cose con umiltà
e impegno
Dalla Befana al Grest
e al Palio un anno
vissuto intensamente
Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento
Lavorare
insieme
per crescere
Corsi, idee,
proposte a misura
di famiglie
Alleati per far
crescere il paese
Lo spirito del Noi:
al centro
della comunità
Dal country a
triathlon,
largo alle idee
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»