18 luglio 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

03.03.2019

Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento

Gli animatori alla giornata finale del Grest
Gli animatori alla giornata finale del Grest

Il Circolo Noi «Cesare Raveani» è stato voluto fortemente dal parroco don Adrian e fondato il 30 aprile 2008 in strutture preesistenti. Il primo presidente fu Fabio Furini. L’attuale, invece, è Flavio Guglielmi, un «giovane pensionato» di 64 anni che, entrato quasi da subito nel Circolo, è stato eletto presidente nel 2011 e riconfermato nell’ultimo rinnovo del Direttivo. «In questi anni», spiega Guglielmi, «tutti abbiamo dato qualcosa per far crescere questo gruppo nell’ambito della parrocchia. Ci stiamo ancora lavorando, però, penso che adesso stiamo raccogliendo i frutti di questo nostro impegno». Quali strutture avete a vostra disposizione? «Le strutture attuali c’erano già tutte, a cominciare dal teatro, costruito nel dopoguerra. Ma con l’avvento del Noi abbiamo provveduto a mettere a norma tutto (impianto elettrico, barriere architettoniche, cinta del campo sportivo e sala Paolo VI per incontri, accanto alla canonica). Abbiamo anche delle aule di catechismo ristrutturate non molti anni fa. Gli spazi non ci mancano». Avete appena rinnovato le cariche del Circolo e penso che avrete anche fatto un consuntivo del quadriennio appena trascorso... «Allora, facciamo un consuntivo. Mediamente ogni anno noi organizziamo venti iniziative di vario tipo, che vanno dalle uscite di puro svago (camminate e ciaspolate sulla neve) ad altre di carattere ludico-culturale. Abbiamo, per esempio, una bellissima iniziativa che va avanti da anni “Andar per chiese”: ogni anno visitiamo un paio di chiese veronesi. Domenica scorsa, per esempio, abbiamo visitato San Fermo con oltre quaranta partecipanti e ci siamo affidati a delle guide locali. «Altra iniziativa ormai ben rodata è il cammino, per tappe, sulla via Francigena. Nel 2016 siamo partiti dall’ultima tappa Bolsena-Roma. L’impresa ci è talmente piaciuta che adesso, anno dopo anno, arriviamo dove siamo partiti l’anno prima: da Monteriggioni siamo ritornati a Bolsena, l’anno scorso siamo partiti da Sarzana. Ogni anno il gruppo dei partecipanti aumenta e, quest’anno, siamo in 24. «C’è poi un corso di inglese, da vent’anni», sottolinea Guglielmi. «È un'attività che Donatella, la moglie di Gabriele Pollini, svolge gratuitamente nell’ambito del Noi. Prima erano tre corsi: uno di base, l’altro a metà, e il terzo per quelli più evoluti. Adesso c’è un gruppo di dieci-quindici persone allo stesso livello. Durante l’inverno, per risparmiare sul riscaldamento, lo facciamo in casa ma è un’attività importante per il Circolo». Un’altra iniziativa «che va avanti da 10 anni, è il pellegrinaggio da Novaglie alla Madonna della Corona. Partiamo da Novaglie a piedi; sono 52 km e li percorriamo in due tappe». Quali sono le fasce d’età coinvolte nel vostro Circolo? «Una bellissima iniziativa che ha completato un aspetto che ci mancava in parrocchia è il gruppo degli anziani. Grazie al nostro socio Francesco Garonzi, che ha mutuato questa esperienza dalla parrocchia di Pescantina, dalla quale proveniva, è sorto il gruppo degli anziani. È un’esperienza che sta andando avanti veramente alla grande, perché ha centrato lo scopo del Noi: siamo riusciti a far relazionare persone che altrimenti, la domenica, erano davanti alla televisione tutto il giorno. Si è creato un vero gruppo che ogni domenica pomeriggio si ritrova nella sala Paolo VI, accanto alla canonica. Le donne, preferibilmente, giocano a tombola, i maschi a carte. Ogni tanto ci sono anche momenti di svago e di musica». Altro fiore all’occhiello che, negli ultimi anni si è molto strutturato, è il Grest. Quale contributo dà il Noi? «L’organizzazione non è certamente facile perché si tratta di mettere in moto una macchina che coinvolge quotidianamente oltre centocinquanta persone, tra i quali un centinaio di bambini e una cinquantina di aiuto-animatori e animatori con parecchie mamme. Un salto di qualità l’abbiamo avuto quando ci siamo affidati ad alcuni animatori mandati dal Noi Territoriale di Verona. «Il Grest dura quattro settimane e coinvolge anche bambini e ragazzi di San Felice, Santa Maria in Stelle e di un altro paese vicino. «Da due anni abbiamo portato avanti anche il Grest dei piccoli con la scuola materna, che stava attraversando un periodo di difficoltà. Ci hanno chiesto di fare questa attività a supporto e penso che l’obiettivo sia stato pienamente centrato con l’entrata di un gruppo di genitori vivaci; ora l’asilo non solo è in attivo, ma ha dovuto rinunciare anche a parecchie richieste di iscrizione». •

Gian Battista Muzzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
«Il Sole»
mette i giovani
sempre al centro
Il Noi, il nostro luogo d’incontro
«Sei più», ma
il Circolo si
merita un nove
«Camminiamo
insieme al Noi»
Ca’ di David,
tante idee per
«vivere» il Noi
«Qui sai che ti puoi fermare»
Poggi: «Questa
è la casa
delle famiglie»
«Il Noi aiuta a creare relazioni»
Dall’oratorio al bar,
qui tutti si sentono
come a casa loro
«Un luogo
accogliente
per tutti»
Nella «casetta»
il Noi continua
a crescere
La fede
si rafforza
con i campi
Angiari, quelli
del Noi sono
una garanzia
L’accordo e
l’amicizia ci
fanno crescere
Dolcè, un quarto
di secolo da
protagonisti
Qui si mette
in circolo
il meglio
Circolo Noi,
ripartenza grazie
alle donne
Barbara e Cristina:
noi ci siamo. Franco:
«Aumentati i giovani»
Il Noi, grandi
cose con umiltà
e impegno
Dalla Befana al Grest
e al Palio un anno
vissuto intensamente
Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento
Lavorare
insieme
per crescere
Corsi, idee,
proposte a misura
di famiglie
Alleati per far
crescere il paese
Lo spirito del Noi:
al centro
della comunità
Dal country a
triathlon,
largo alle idee
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»
È il gioco di
squadra che fa
vincere il «Noi»
Il Perdon d’Assisi
all’origine
della sagra
Unità pastorale,
la sfida di un
cammino comune
Amanda, nata
grazie a
papa Paolo VI
«Uno spazio di
relazioni dove
riannodare legami»
I volontari fanno
grande l’estate
del «Noi»
Grest, 200 giovani
nel segno d i«Yubi»
Star, un unico
percorso per
quattro comunità
Sognare insieme,
così cambiamo
il paese
Quelli del «Noi»,
volontariato
senza colori
Dai giovani al teatro
l’importante è esserci
Amicizia e rispetto:
«Qui ci si sente
a proprio agio»
Al Circolo tutti
sono al centro
del mondo
«Volontari e creativi
qui nasce la comunità»
Si investe sui
bambini coinvolgendo
le famiglie
Dai Primi passi al
Grest vince lo
spirito di gruppo
Qui si offre l’ambiente
giusto per i ragazzi
«A Santa Maria
il punto fermo
siamo Noi»
Campalano, gli
anziani sono
protagonisti
Fede e campanilismo
in difesa
delle tradizioni
Don Franco: la missione
è coinvolgere le famiglie
Quelli del Noi,
volontari coi
piedi per terra
Don Pietro: «L’Acr
e gli scout sono il
nostro valore aggiunto»
Tempo libero
formativo su
misura per le famiglie
Dossobuono,
giovani con
lo spirito giusto
Coinvolgere le
famiglie per far
crescere i ragazzi
Noi Pèraro, la
forza trainante
dei giovani
Un contenitore
di idee che
aiuta a crescere
Catechismo, Grest,
Acr tutto gira
intorno al Noi
Dossobuono,
giovani con lo
spirito giusto