10 agosto 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

23.02.2020

L’unione fa la differenza
Decisivo il ruolo dei laici

Il parroco don Luca PedrettiUna serata musicale promossa dal CircoloDon Roberto Tortella
Un momento di preghiera durante il pellegrinaggio verso il Santuario della Madonna della Corona Un momento del torneo di pallavolo organizzato da «La Fonte»
Il parroco don Luca PedrettiUna serata musicale promossa dal CircoloDon Roberto Tortella Un momento di preghiera durante il pellegrinaggio verso il Santuario della Madonna della Corona Un momento del torneo di pallavolo organizzato da «La Fonte»

Don Luca Pedretti è nato a Verona nel 1965 e viene ordinato sacerdote nel 1993. Inizia il suo ministero sacerdotale a Cerea, dove rimane per cinque anni. Si trasferisce in Francia e Inghilterra per studiare lingue e trascorre tre anni di ministero in Turchia; rientrato per alcuni mesi a San Giovanni Lupatoto, riparte per l’Africa in Guinea Bissau, dove si ferma in missione per otto anni. Nel 2012 ha un infarto e rientra in Italia. Dal 2013 guida le parrocchie di Salizzole, Bionde e Engazzà insieme con don Massimiliano Lucchi. È lui ad illustrare la situazione civile ed economica della frazione, evidenziando le caratteristiche della popolazione. «Bionde è una frazione di Salizzole e la sua popolazione è molto laboriosa ed operativa. Il bello dei paesini è che tutti si conoscono e molte volte si sostengono a vicenda. Purtroppo la crisi demografica sta riducendo drasticamente la popolazione a tal punto che l’anno scorso sono state chiuse l’asilo e le scuole elementari. Per quanto riguarda l’aspetto economico, la gente opera nei campi, coltivando riso, mais e tabacco. Ci sono anche allevamenti di bovini e polli. Inoltre c’è un’azienda agroalimentare con ottimi prodotti, venduti in alcuni mercati di Verona». Quali sono le caratteristiche della comunità cristiana di Bionde e la situazione dell’Unità pastorale e l’organizzazione della catechesi per i bambini, ragazzi, adolescenti e adulti? «La comunità cristiana di Bionde è vivace ed impegnata, anche se di esiguo numero. Da alcuni anni il prete non è più residente in canonica e questo ha richiesto un maggiore coinvolgimento dei laici. In questo “cambiamento d’epoca”, la comunità cristiana è chiamata a collaborare con le parrocchie vicine. Questa novità pastorale richiede molto tempo per essere accolta e vissuta, poiché la gente di Bionde è sempre stata abituata a vivere la propria esperienza cristiana nella parrocchia del paese. Grazie ad alcune attività pastorali, come la consulta ministeriale, l’unità pastorale, il catechismo e i campi scuola, svolte insieme alle parrocchie limitrofe, i cristiani di Bionde si stanno abituando ad una mentalità più aperta e comunitaria». Attività ludiche educative durante l’estate? «Nel periodo estivo la comunità di Bionde organizza varie attività ludiche e pastorali: dal Grest, attività che coinvolge i ragazzi, alla sagra di cinque giorni che interessa tutto il paese; dai pomeriggi domenicali per i ragazzi, gestiti dai giovani ad alcune rassegne musicali e teatrali, il paese è veramente animato». Funzione e meriti della presenza del Noi a Bionde... «In tutta questa laboriosità pastorale e ludica, il gruppo Noi di Bionde (conosciuto nel paese come Ceb, Comunità educativa Bionde) ha una parte considerevole, organizzando alcune attività ed accompagnandone altre, preparate da altri gruppi, come per esempio la sagra, che è gestita dai “Giovani all’arrembaggio“ o diversi corsi di musica e ballo, animati da bravi professionisti. Perciò, a nome anche del mio confratello don Massimiliano, non posso che ringraziare di cuore tutte le persone, che sostengono con il tempo e la loro passione le varie iniziative organizzate di questo paese». •

G.B.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Giochi, sport e idee:
si cresce insieme
Noi al Centro,
qui si fa
tutto insieme
La Fonte, il laboratorio dell’amicizia
L’unione fa la differenza
Decisivo il ruolo dei laici
A Bionde metà del paese è con Noi
«Famiglie, abbiamo bisogno di voi»
Vince il senso della comunità
Tarmassia si muove al ritmo del Noi
«Un Circolo che
unisce e aiuta»
Sempre aperti e
sempre pieni di idee
«Una comunità che partecipa»
La fede? Fiorisce anche al bar
San Vito ruota
attorno alla «Cimice»
«Il Circolo unisce tutti i gruppi»
«Casa Mia», amicizia senza confini
«Il Noi, valore
indispensabile»
Gli amici del campeggio siamo Noi
La sfida del Noi: ripartire dai giovani
«Le famiglie, la nostra anima
e base dell’attività del Circolo»
Tante idee nel
segno di
don Guerrino
Giovani, anziani e
«lontani» l’importante
è partecipare
Unità nella fede, una
sfida vinta: «Il Noi vuol
dire partecipazione»
Due paesi che
lavorano
per «Uno»
Tregnago, è qui la grande bellezza
«Il Noi è il braccio operativo
Si educano gli onesti cittadini»
Quelli di Pozzo,
un Ponte fra
generazioni
«Il Noi può offrire
opportunità anche
lavorando con i gruppi»
Noi Balconi,
ecco dove il
paese s’incontra
Nuova chiesa,
sfida pastorale
«Il Sole»
mette i giovani
sempre al centro
Il Noi, il nostro luogo d’incontro
«Sei più», ma
il Circolo si
merita un nove
«Camminiamo
insieme al Noi»
Ca’ di David,
tante idee per
«vivere» il Noi
«Qui sai che ti puoi fermare»
Poggi: «Questa
è la casa
delle famiglie»
«Il Noi aiuta a creare relazioni»
Dall’oratorio al bar,
qui tutti si sentono
come a casa loro
«Un luogo
accogliente
per tutti»
Nella «casetta»
il Noi continua
a crescere
La fede
si rafforza
con i campi
Angiari, quelli
del Noi sono
una garanzia
L’accordo e
l’amicizia ci
fanno crescere
Dolcè, un quarto
di secolo da
protagonisti
Qui si mette
in circolo
il meglio
Circolo Noi,
ripartenza grazie
alle donne
Barbara e Cristina:
noi ci siamo. Franco:
«Aumentati i giovani»
Il Noi, grandi
cose con umiltà
e impegno
Dalla Befana al Grest
e al Palio un anno
vissuto intensamente
Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento
Lavorare
insieme
per crescere
Corsi, idee,
proposte a misura
di famiglie
Alleati per far
crescere il paese
Lo spirito del Noi:
al centro
della comunità
Dal country a
triathlon,
largo alle idee
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»