05 luglio 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

16.03.2020

Giochi, sport e idee:
si cresce insieme

Alcune bambine con le animatrici durante un laboratorio manuale del Grest
Il gruppo del Grest di Lugo in occasione di una gita
Edoardo Menegatti
Bambini e animatori al Grest estivo al Circolo NoiUn gruppo di mascherine in occasione della festa di CarnevaleGiochi in acqua durante il torneo estivo
Alcune bambine con le animatrici durante un laboratorio manuale del Grest Il gruppo del Grest di Lugo in occasione di una gita Edoardo Menegatti Bambini e animatori al Grest estivo al Circolo NoiUn gruppo di mascherine in occasione della festa di CarnevaleGiochi in acqua durante il torneo estivo

Edoardo Menegatti ha 53 anni ed è operaio marmista; da otto anni fa parte del Circolo Noi e da quattro ne è uno degli economi insieme con Nicola Benedetti. «Prima c’era un gruppo molto affiatato», ricorda Edoardo, «e anch’esso aveva fatto otto anni di gestione del Circolo. Alla fine di quell’esperienza il gruppo, a causa di un po’ di stanchezza, ha chiesto l’intervento di nuovi membri più giovani. A quel punto, con altri amici, abbiamo deciso di entrare a dare una mano. «Uno dei nostri primi impegni», sottolinea, «è stato di mettere in ordine la sala giochi. Il Circolo Noi è stato intitolato a don Dino Battaglia, che era a Pedemonte, ma era originario di Lugo ed è morto, purtroppo, in un incidente stradale». Ritorniamo indietro un passo. Chi ha fondato il Circolo qui a Lugo? «Io penso», risponde Edoardo, «che l’abbia fondato il Venzon e la moglie, ai quali don Giuseppe Lonardelli aveva affidato la gestione della sala per dare ai ragazzi la possibilità di trovarsi la domenica per il gioco. Lentamente, negli anni, con la presenza di don Antonio Sona, di don Matteo Ferrari, don Michele Tressino e don Bruno Gonzaga, con i quali abbiamo sempre avuto ottimi rapporti, sono stati fatti alcuni miglioramenti. Quattro anni fa, quando il parroco era don Michele, è stata spostata la sede perché avevamo bisogno di unificare, portandole allo stesso livello, la piastra polivalente con le gradinate per il pubblico e la sede stessa, dando tutte le garanzie perchè i ragazzi fossero in sicurezza. In occasione dell’inaugurazione della nuova sede il parroco, che stava per essere trasferito in un’altra parrocchia, ha celebrato una messa e abbiamo distribuito castagne a tutti. Nella nostra sede non abbiamo un bar vero e proprio, ma un punto di ristoro soft, per così dire, nel quale si distribuiscono alcune caramelle e delle bibite». Quando è aperto il Circolo? «Due giorni alla settimana: il martedì pomeriggio vi si trovano gli anziani per giocare a carte e a tombola; la domenica pomeriggio, invece, dalle 15 alle 19 con l’assistenza di una famiglia a turno, che gestisce il bar a garantisce la pulizia dei locali, la sala giochi è occupata dai bambini accompagnati dai genitori. Ogni tanto la sala è data per le prove di canto, per incontri di catechesi o per il corso dei fidanzati che si tiene il giovedì sera». Collaborate con altre associazioni del paese? «Noi collaboriamo con la Fidas (associazione dei donatori di sangue) e il Comitato Festeggiamenti di Lugo, associazione autonoma con la quale abbiamo un reciproco scambio di servizi a seconda delle necessità che, per noi, sono i tornei serali e, per loro, il montaggio e smontaggio delle attrezzature per la festa del patrono». Quali altre iniziative propone il Circolo per i suoi associati? «Noi apriamo la sala giochi in ottobre, quando inizia l’anno sociale. In seguito, la prima domenica di dicembre le mamme organizzano dei laboratori “Natale di idee con Noi” con i bambini per preparare dei lavoretti in previsione del Natale. Da quattro o cinque anni proponiamo “Lugo: un paese nel Natale”: un gruppo di mamme organizza in paese dei percorsi lungo i quali le famiglie espongono un particolare albero di Natale con il presepe; si crea una mappa che illustra questa esposizione e la gente può visitare le varie installazioni. Negli anni scorsi si votava anche per scegliere l’albero e il presepe migliori e si facevano le premiazioni». E poi: «All’Epifania collaboriamo con il Gruppo Alpini alla manifestazione “Brusemo la stria”: noi diamo una mano nella distribuzione delle bevande, thé e cioccolata calda con panettoni. A fine gennaio organizziamo la festa del tesseramento: il sabato mettiamo in scena una commedia e la domenica invitiamo la gente a fare la tessera del Noi. Durante l’anno, comprendendo i vari partecipanti ai tornei e i ragazzi del Grest, che si tesserano anche per l’assicurazione, arriviamo a 600-700 soci. Più avanti festeggiamo anche la Pasquetta. Ragazzi e genitori vengono invitati a fare una passeggiata all’aperto e a divertirsi con giochi organizzati come la caccia al tesoro. Si conclude con un picnic». Il 1° maggio, continua Menegatti, si svolge sempre il classico pellegrinaggio alla Madonna della Corona. «Partiamo dal paese verso le 2 e, a piedi, si passa per Fosse e Peri fino a Brentino, dove c’è la colazione offerta dal Noi. Ai piedi della scalinata alcuni accolgono quelli che arrivano a piedi e li rifocilliamo con thé, caffè, latte, brioches e bottiglie d’acqua per dar loro le forze in previsione dello strappo verso Spiazzi dove, in una sala della canonica, condividiamo un panino». E d’estate: «Al termine delle lezioni scolastiche prendono il via, sul campetto degli alpini e nella nostra sala polifunzionale, i tornei notturni di calcetto e pallavolo. La partecipazione è molto buona; prima venivano da Verona, Marzana, Sant’Anna; ora facciamo tornei rionali per coinvolgere la gente del paese e delle contrade che non ha mai partecipato in precedenza. Questa manifestazione sportiva dura un mese. Il primo sabato di luglio per i ragazzi delle medie, e la domenica per le squadre degli adulti, sempre nella struttura degli alpini proponiamo il volley acquatico, che si svolge in un gonfiabile con 20-30 centimetri di acqua. L’ultimo nostro impegno si concentra nel dare un contributo all’organizzazione della festa finale del Grest». •

Gian Battista Muzzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Giochi, sport e idee:
si cresce insieme
Noi al Centro,
qui si fa
tutto insieme
La Fonte, il laboratorio dell’amicizia
L’unione fa la differenza
Decisivo il ruolo dei laici
A Bionde metà del paese è con Noi
«Famiglie, abbiamo bisogno di voi»
Vince il senso della comunità
Tarmassia si muove al ritmo del Noi
«Un Circolo che
unisce e aiuta»
Sempre aperti e
sempre pieni di idee
«Una comunità che partecipa»
La fede? Fiorisce anche al bar
San Vito ruota
attorno alla «Cimice»
«Il Circolo unisce tutti i gruppi»
«Casa Mia», amicizia senza confini
«Il Noi, valore
indispensabile»
Gli amici del campeggio siamo Noi
La sfida del Noi: ripartire dai giovani
«Le famiglie, la nostra anima
e base dell’attività del Circolo»
Tante idee nel
segno di
don Guerrino
Giovani, anziani e
«lontani» l’importante
è partecipare
Unità nella fede, una
sfida vinta: «Il Noi vuol
dire partecipazione»
Due paesi che
lavorano
per «Uno»
Tregnago, è qui la grande bellezza
«Il Noi è il braccio operativo
Si educano gli onesti cittadini»
Quelli di Pozzo,
un Ponte fra
generazioni
«Il Noi può offrire
opportunità anche
lavorando con i gruppi»
Noi Balconi,
ecco dove il
paese s’incontra
Nuova chiesa,
sfida pastorale
«Il Sole»
mette i giovani
sempre al centro
Il Noi, il nostro luogo d’incontro
«Sei più», ma
il Circolo si
merita un nove
«Camminiamo
insieme al Noi»
Ca’ di David,
tante idee per
«vivere» il Noi
«Qui sai che ti puoi fermare»
Poggi: «Questa
è la casa
delle famiglie»
«Il Noi aiuta a creare relazioni»
Dall’oratorio al bar,
qui tutti si sentono
come a casa loro
«Un luogo
accogliente
per tutti»
Nella «casetta»
il Noi continua
a crescere
La fede
si rafforza
con i campi
Angiari, quelli
del Noi sono
una garanzia
L’accordo e
l’amicizia ci
fanno crescere
Dolcè, un quarto
di secolo da
protagonisti
Qui si mette
in circolo
il meglio
Circolo Noi,
ripartenza grazie
alle donne
Barbara e Cristina:
noi ci siamo. Franco:
«Aumentati i giovani»
Il Noi, grandi
cose con umiltà
e impegno
Dalla Befana al Grest
e al Palio un anno
vissuto intensamente
Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento
Lavorare
insieme
per crescere
Corsi, idee,
proposte a misura
di famiglie
Alleati per far
crescere il paese
Lo spirito del Noi:
al centro
della comunità
Dal country a
triathlon,
largo alle idee
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»