01 ottobre 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Le partite

28.09.2010

L'Italia si rilassa, l'Iran sfiora l'impresa

L’esultanza di Vermiglio e del libero Marra: l’Italia si è aggiudicata tutte e tre le prime partite
L’esultanza di Vermiglio e del libero Marra: l’Italia si è aggiudicata tutte e tre le prime partite

Tre vittorie su tre, ma l'ultima è la più sudata di tutte: gli azzurri di Andrea Anastasi superano anche l'Iran solo al tie break (15-13, decisiva un'invasione del muro avversario) dopo essere andati sul 2-0 ed essersi fatti raggiungere. Al Forum di Assago, nell'ultima partita del girone A, Mastrangelo e compagni si aggiudicano le prime due frazioni sul 25-21 e sul 25-10, ma subiscono il ritorno degli iraniani (21-25, 26-28)
Il Ct azzurro cambia comprensibilmente qualcosa all'inizio del match (il torneo è lungo e avrà bisogno di avere tutti nel meglio della condizione fra qualche giorno): dentro Sala per Birarelli nella formazione di partenza e Cernic schierato al posto di Parodi, fra gli schiacciatori.
L'Iran spara tutte le sue cartucce al servizio per cercare di mettere in crisi la ricezione degli uomini di Anastasi. Il giochetto non sembra funzionare e a metà della prima frazione l'Italia mette la freccia, sorpasso con vittoria e poi ripartenza di slancio nel secondo set, nonostante il tifo infernale messo in mostra dalla colorita e colorata colonia di tifosi asiatici.
La partita ha improvvisamente un sussulto nel terzo set, quando ancora con il servizio - gli iraniani passano in vantaggio e – con ostinazione – difendono il break fino al termine. L'Italia perde il filo del discorso, gli iraniani fanno un rumore infernale, gli azzurri vanno in difficoltà e solo al quinto set riescono ad avere la meglio
La Nazionale adesso si trasferisce a Catania per la seconda fase del torneo, che prevede 6 gironi da tre squadre. Gli azzurri in Sicilia troveranno Germania e Porto Rico (che ha fatto soffrire la Russia), in un raggruppamento che mette in palio due posti per accedere alla terza e decisiva fase (in programma la prossima settimana a Roma). Giovedì gli azzurri staranno a guardare la sfida tre le altre due squadre, venerdì affronteranno la Germania e sabato Porto Rico
Quella di ieri è stata una giornata storica per l'Africa: due squadre accedono alla seconda fase del Mondiale. Un risultato che fa entrare di diritto le due Nazionali nella storia della pallavolo africana con i camerunensi che, battendo l'Australia a Modena, hanno anche centrato il primo successo in un Mondiale. In lacrime Nonnenbroich Peter: «Sono molto emozionato - ha dichiarato il tecnico - questo è un momento storico per il Camerun e per la nostra pallavolo. Grazie ai ragazzi che ci hanno messo il cuore». Lacrime anche in campo dove i giocatori hanno inscenato balli di gruppo mentre qualcuno si inginocchiava per pregare.
Risultato storico nei mondiali di volley anche a Milano, dove è stato l'Egitto a fare festa con il suo tecnico Antonio Giacobbe pur essendo stato sconfitto 3-2 dal Giappone: «Per noi è una qualificazione storica - ha detto - quella con i nipponici è stata una sconfitta indolore visto che alla fine non ha compresso la qualificazione», ha concluso il coach che già nel 2006 aveva centrato l'impresa di portare alla seconda fase una squadra africana, la Tunisia.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1