24 aprile 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Economia

04.11.2010

E adesso fa paura anche il Po Mantova, evacuate cinque famiglie

E adesso fa paura il Po. L'allarme lo ha lanciato la Coldiretti insieme con la Protezione civile: ettari di coltivazioni sono a rischio. Il sindaco di Mantova ha firmato l'ordinanza di evacuazione per alcune famigliere e a causa degli attuali livelli idrometrici e di previsione lungo l'asta del fiume Po, la Protezione civile dell'Emilia-Romagna ha attivato la fase di preallarme per i Comuni di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Berra, Bondeno, Ferrara, Goro, Mesola, Rovigo.
Il preallarme - ha spiegato il direttore della Protezione civile dell'Emilia-Romagna, ing.Demetrio Egidi, riguarda soprattutto Pontelagoscuro, nel Ferrarese, per la foce del Po, dove arrivano 6.500 metri cubi al secondo, contro i 6.000 di Boretto, nel Reggiano. Il colmo di piena dovrebbe arrivare sabato.
«La situazione del principale fiume italiano è significativa - sottolinea la Coldiretti - delle difficoltà negli altri corsi d'acqua con esondazioni ed allagamenti nelle campagne. Un pericolo per il territorio nazionale dove - precisa - sette comuni italiani su dieci sono considerati a rischio per frane ed alluvioni su una superficie di oltre 21 mila chilometri quadrati».
Ieri il sindaco di Mantova ha emesso un'ordinanza di evacuazione, in via precauzionale, per cinque famiglie (otto persone in totale) che abitano nella zona golenale del Mincio a Formigosa in vista di una piena del Po, dopo le piogge dei giorni scorsi. Il livello del fiume sta aumentando e per questa mattina è attesa l'ondata massima. Tutti gli evacuati hanno già trovato sistemazione per la notte da parenti o da amici.COPYRIGHT

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1