24 aprile 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Alluvione Est

04.11.2010

Pericolo scampato ad Albaredo, l'Adige è sotto il livello di guardia

Rischio piena scongiurato ieri ad Albaredo, dove il torrente Alpone confluisce nel fiume Adige.
Nonostante l'Alpone abbia ricominciato a immettere nell'Adige l'acqua ricevuta dal Tramigna e risucchiata dalle pompe che stanno asciugando le strade di Soave e Monteforte d'Alpone, non c'è stato alcun contraccolpo per il grande fiume. La portata d'acqua è rimasta elevata per tutto il giorno, ma senza che vi fosse pericolo di piena. D'altro canto, già dalla mattina, il livello dell'Adige era sceso di 70 centimetri rispetto a martedì. Solo l'argine destro nei pressi del ponte che collega Albaredo a Ronco ha risentito in parte dei tre giorni di pioggia ininterrotta. La nuova regimazione del Genio civile, infatti, è stata in parte danneggiata.
Ieri alle 13, l'ufficio di Protezione civile del Comune di Albaredo ha ricevuto il fax della Regione che avvertiva del rischio di criticità moderata tra le 14 di ieri e le 14 di oggi, nella zona Adige, Garda e Monti Lessini. «Non è nulla in confronto al rischio idrogeologico elevato che viene segnalato nelle province di Padova e Vicenza, nella zona del Basso Brenta e del Bacchiglione», avvertono dal Comune.
L'Adige ha retto la spinta dell'Alpone perché le piogge in Trentino e Alto Adige non hanno avuto la stessa intensità di quelle cadute sulle Prealpi vicentine e veronesi. «Se anche l'Adige fosse stato in piena, tutta la Bassa in questo momento sarebbe stata sommersa dall'acqua», commentano ad Albaredo.P.B.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1