04 agosto 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

AiutiAMO Verona

03.04.2020

L’appello scout: «Aiutiamo Verona»

Un punto della loro legge dice: «Gli scout sanno obbedire». Un altro dice che «si rendono utili e aiutano gli altri». E il clan del gruppo Tartaro Tione 1 dell’Agesci, il movimento cattolico, hanno coniugato i due punti correndo in aiuto nella nostra sottoscrizione #aiutiAMOverona: restando a casa, quindi obbedendo al decreto dell’emergenza, hanno deciso di rendersi utili montando un breve video che hanno poi pubblicato sulle pagine dei social network del gruppo e personali. Nel cortometraggio invitano tutti ad aderire alla nostra raccolta fondi.

 

 

L’iniziativa è del clan Daü, con i ragazzi più grandi tra 18 e 20 anni circa, che ha la sede a Engazzà (mentre la base del gruppo è L’Airone, la villetta a Erbè requisita alla mafia e assegnata a loro che l’hanno trasformata per le attività scout): «L’idea è partita dai ragazzi», spiega uno dei due capi, Piero De Marchi, 28 anni, che guida il clan con Sara De Marchi, 24. «Volevamo riprendere la nostra attività a distanza e loro volevano creare qualcosa di positivo e di concreto. Un gruppetto ha scelto come “atto di coraggio”, come lo chiamiamo noi scout, di fare il video».

 

Ognuno ha vestito la divisa e si è ripreso a casa - qualcuno anche con il fratello o la sorella scout - dicendo: «Io resto a casa». Le sequenze sono state montate e si aprono e si chiudono con il logo della nostra iniziativa sormontato da un airone, il simbolo del gruppo, che indossa il fazzolettone giallo a strisce rosse e blu.

 

I ragazzi hanno poi condiviso il video e hanno trovato il sostegno mediatico anche dell’amministrazione comunale di Nogara e del sindaco Flavio Pasini che hanno divulgato, a loro volta, il video nelle pagine istituzionali. Non solo. Il clan ha anche devoluto ad #aiutiAMOverona parte della sua cassa di gruppo. Ora passa la palla a genitori, amici e a tutti coloro che saranno raggiunti dal video.

 

«Abbiamo deciso di metterci in gioco per migliorare il mondo», spiegano i ragazzi. «Noi abbiamo contribuito, ora se vuoi puoi farlo tu». I ragazzi del Tartaro Tione 1 spiegano che tutti possono contribuire anche con una piccola goccia che insieme alle altre può fare un mare. Quel mare di generosità che andrà in toto agli ospedali e alla sanità veronesi.

 

L’iniziativa #aiutiAMOverona del gruppo editoriale Athesis, con L’Arena, Telearena e Radio Verona, ha superato ieri le 5.000 donazioni per un totale di quasi 1,6 milioni di euro. È sostenuta dal Comune di Verona e dalla Fondazione Comunità veronese, ente no profit che coordina e gestisce i bonifici in arrivo e le destinazioni, senza chiedere un euro.

 

 

PER DONARE

causale Emergenza Coronavirus- AiutAMO Verona sul conto corrente intestato a Fondazione della Comunità Veronese) 

IBAN IT 85 X 05034 11711 000000006210

 

 

Sinora gran parte della somma raccolta è stata destinata ad acquisti. È stata assegnata all’Ulss9 Scaligera e all’Azienda ospedaliera di Verona perché potessero acquisire nuove strumentazioni per i loro ospedali. Il fondo sinora è stato speso per comprare respiratori, pompe per l’infusione dei farmaci da distribuire a tutti gli ospedali, monitor multiparametrici e ventilatori per i reparti di subintensiva. Denaro è stato donato anche alla Croce Verde. Ma l’emergenza continua, perciò voi continuate a donare. •

Maria Vittoria Adami
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
AiutiAMOVerona, un cuore
che vale due milioni di euro
Raccolta fondi, obiettivo due milioni
Anche l’arte a sostegno degli ospedali
Raccolta fondi, Verona in prima linea
Raccolta fondi, le
donazioni sono 5.814
Raccolta fondi, vicini a quota 2 milioni
Raccolta fondi, arriva Masi Agricola
Cuore Verona, obiettivo due milioni
Dalle Famiglie Storiche del vino della Valpolicella 40mila euro
«Ci sentiamo tutti
parte della città»
Cuore Verona, salgono le donazioni
Polizia Penitenziaria,
un dono di cuore
Raccolta fondi, con la Funivia si sale
Donazioni, 100mila euro da Agsm
Esparza e il suo «aiutiamo la città»
Raccolta fondi, pronta la terza rata
L’Aci Verona viaggia a nostro fianco
Raccolta fondi, il cuore dei veronesi batte forte
Raccolta fondi, obiettivo due milioni
Il Consorzio Zai
fa quadrato
sulla città
Comac dona a Verona 25mila euro
L’appello scout: «Aiutiamo Verona»
La famiglia Leoncini dona 132mila euro
Veronamercato dona 20mila euro e da Pazzini 4 cimeli per l'asta
Donazioni, Verona
non si ferma mai
Raccolta fondi, già 4mila donazioni
Da VeronaFiere un dono da 50mila euro
Raccolta fondi, c’è anche super Fede
Altri 570mila euro per gli ospedali
È stato superato il milione: subito aiuti agli ospedali
Donazioni, sfiorato il milione di euro
Centomila euro dalla famiglia Riello
AiutiAmo Verona, hanno già donato in duemila!
La vostra generosità è in mani sicure: già consegnati 490mila euro
Il cuore dei veronesi a 700mila euro
Siamo a 615mila euro! Primi acquisti e tanti donatori
Donazioni, superati
i 500mila euro!
Il sostegno dell’Hellas, anche Setti dona per la campagna
Dal Seno, presidente di Fondazione Comunità Veronese: «Superati i 500mila euro»
Donazioni oltre quota 241mila euro
AiutiAmo Verona, la raccolta per l'emergenza tocca i 150.000 euro
AiutiAmo Verona
Il cuore dei veronesi
risponde presente
AiutiAMO Verona
Facciamo un gesto
che vale una vita