Animali&Co

25.04.2019

Veglia il padrone
morto e lo «difende»
dai soccorritori

Il cane Gigio
Il cane Gigio

Lo ha vegliato per un giorno ed aveva deciso: nessuno avrebbe dovuto avvicinarsi al suo padrone. Solo che il suo “papà”, l’uomo con cui da anni viveva in simbiosi, non stava semplicemente dormendo profondamente ma era morto da almeno 24 ore per cause naturali nella sua casa ad Arsiero, in provincia di Vicenza.

Ad Arturo Roncaglia, 76 anni, impresario edile in pensione, era rimasto solo il piccolo Gigio o “Jijo”, come lo chiamava lui. Prima, aveva perso prematuramente una figlia; poi, lo aveva lasciato la moglie dopo una breve malattia.

Il cagnolino non voleva far avvicinare nemmeno vigili del fuoco di Schio e carabinieri arsieresi, allertati da un vicino preoccupato. 

Correlati

Potrebbe interessarti anche...

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1