Animali&Co

07.08.2019

Una «task force» per salvare il gatto con la testa nella bottiglia

Il gatto incastrato nella bottiglia di plastica vicino aol teatro Camploy
Il gatto incastrato nella bottiglia di plastica vicino aol teatro Camploy

Dietro al teatro Camploy, vicino a Porta Vescovo, da quattro giorni si aggira un gatto con la testa incastrata in una bottiglia di plastica. Ha il muso infilato nella parte tagliata a metà dove c’è il tappo e probabilmente ha fatto ventosa. In qualche modo riesce a respirare ma non può mangiare né bere. Da tre notti, alcuni abitanti della zona cercano di prenderlo. Senza riuscirci. Il micio, nonostante le condizioni, scappa e prenderlo è arduo.

 

Servono reti ed esperti nella cattura. Esce soprattutto di notte e si aggira nella zona del parcheggio dietro al teatro e tra le case che danno su Santa Marta. Di giorno è probabile che si nasconda alla fine di via Santa Marta, zona parco, lato università dove è stato visto correre stamattina verso le 5.

 

Questa sera un gruppo composto da rappresentanti di alcune associazioni animaliste con esperti in cattura proverà a salvare il gatto.

Marzio Perbellini
Correlati

Potrebbe interessarti anche...

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1