Animali&Co

26.12.2018

Il Giappone torna
a cacciare balene
a fini commerciali

Il Giappone riprende la caccia alle balene
Il Giappone riprende la caccia alle balene

Il Giappone ha annunciato il suo ritiro dalla Commissione Internazionale per la Caccia alle balene (Iwc), la commissione che protegge le balene: a partire dal prossimo luglio riprenderà infatti la caccia alle balene per scopi commerciali, dopo 30 anni di stop, almeno sulla carta. Lo ha annunciato il portavoce del governo Yoshihide Suga precisando che il Giappone, tuttavia, si asterrà dalla caccia «nelle acque dell’Antartico o nell’emisfero australe».

 

La pesca «sarà limitata alle acque territoriali e alla zona economica esclusiva» giapponese, «in accordo con le quote di pesca calcolate secondo il metodo dell’Iwc per evitare l’estinzione» della specie. La Commissione per la caccia sarà ufficialmente informata della decisione nipponica «entro la fine dell’anno», in modo da consentire il ritiro effettivo il 30 giugno.

 

Di fatto, Tokyo non ha mai fermato completamente la caccia, sfruttando una falla della moratoria istituita nel 1986 che consente la caccia ai cetacei per la ricerca scientifica. Ma, con l’annuncio di oggi, il Giappone torna pubblicamente alla pesca a fini commerciali, unendosi all’Islanda e alla Norvegia.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1