Animali&Co

12.03.2019

Daino rimane
incastrato nel recinto
della materna

Le operazioni di salvataggio del daino rimasto incastrato
Le operazioni di salvataggio del daino rimasto incastrato

Un daino si perde e finisce alla materna di Pressana, creando scompiglio e curiosità in centro. Mattinata di agitazione e gioia per gli alunni della scuola d’infanzia «Arcobaleno», situata a poche decine di metri dal municipio. Verso mezzogiorno, durante il pranzo, alcune maestre si sono accorte che un daino stava tentando di entrare nel cortile dell’asilo senza riuscirci. L’animale aveva già infilato fra le sbarre della recinzione la testa e la parte anteriore del corpo, fino alla pancia. Accortosi che non riusciva a passare completamente, aveva cercato invano di uscire e si era procurato delle abrasioni piuttosto evidenti sulla schiena. Le maestre e le suore della vicina comunità «Mater Dei» hanno avvertito Comune e polizia locale. Due operai del municipio hanno liberato l’ungulato facendo forza con i piedi sulle sbarre della recinzione per allargarle. Il daino però era troppo spaventato per rendersi conto di essere libero e ha tentato ancora di entrare nel cortile della materna, questa volta incastrando solo il collo. Il comandante della polizia locale dell’Adige Guà Graziano Lovato, giunto sul posto, lo ha liberato e ha cercato di calmarlo dandogli da bere un po’ di acqua. Nel frattempo ha telefonato al Servizio veterinario dell’Ulss 9 e alle guardie provinciali. «Respirava affannosamente e aveva il cuore che batteva a mille, ormai era confuso e non sapeva più cosa fare», ricorda Lovato. Il veterinario ha stabilito che si trattava di una femmina di daino adulta, animale non facile da incontrare in pianura, a differenza del capriolo che spesso scende dalle zone boschive per avventurarsi nelle campagne. Dopo aver contattato un allevatore di ungulati di Miega, il medico ha deciso di addormentare l’animale per permetterne il trasporto in sicurezza. •

P.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1