20 aprile 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Animali & Co

20.03.2019 Tags: Sinogene , Zhao Jianping , Agricultural University , Yunnan , Cina , Labrador , Pechino

Clonato in Cina
lo Sherlock Holmes
dei cani poliziotto

Il cane clonato Kunxun
Il cane clonato Kunxun

Alcuni scienziati della provincia di Yunnan, nella Cina sudoccidentale, hanno clonato quello che chiamano lo «Sherlock Holmes dei cani poliziotto», in un progetto che mira a ridurre i tempi di addestramento e i costi dei cani poliziotto. Il cane, che si chiama Kunxun, è stato clonato da un esemplare di un'unità cinofila della polizia: ad occuparsene sono state l’azienda Sinogene, con sede a Pechino, e l'Agricultural University di Yunnan, con il supporto del ministero della Sicurezza pubblica, come ha riportato il tabloid Global Times.

 

Sinogene spera così di raggiungere un «volume di produzione» di cani poliziotto clonati, in grado di far ridurre i tempi di addestramento, come ha spiegato il general manager dell'azienda Zhao Jianping, anche se i costi della clonazione restano per ora l'ostacolo maggiore. Kunxun, che oggi ha tre mesi, sarà sottoposto a corsi contro la detenzione di droga, per il controllo delle folle e per la ricerca di prove e a dieci mesi diventerà a tutti gli effetti un cane poliziotto. Il training dura generalmente cinque anni e costa 500 yuan, senza garanzie di successo, mentre non è noto il costo della clonazione di un cane. Alcuni scienziati coreani, riporta il China Daily, avevano creato il primo cane clonato nel 2005 e, due anni dopo, questo Labrador è stato utilizzato per contrastare lo spaccio di droga.

M.TR.

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1