15 settembre 2019

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

21.06.2019

Trattamento tumore
mammella tramite
Crioablazione

A CURA DI PUBLIADIGE

Equipe medica
Equipe medica

La Crioablazione è una tecnica che permette di “congelare” una lesione (massa) all’interno del corpo per provocarne la “necrosi” (distruzione) in modo da risolvere il problema tumorale senza intervento chirurgico.

Il principio si basa sulla caratteristica dei liquidi (acqua) di crescere in volume una volta congelati: questo provoca la rottura delle pareti cellulari con conseguente necrosi delle cellule.

Il sistema ProSense della IceCure Medical israeliana utilizza l’Azoto Liquido come agente raffreddante per ottenere il congelamento. L’Azoto si presenta liquido a -196° C. e viene fatto ricircolare all’interno di una Criosonda (ago) provocando il congelamento dei tessuti a contatto con la stessa Criosonda.

I vantaggi della tecnica sono noti ed evidenti: la Crioablazione è già pratica clinica nel trattamento dei tumori in vari organi da molti anni: nel rene, da più di 15 anni, così come nel polmone, nel fegato, nella prostata e nell’osso (specie con funzione antalgica nelle metastasi). In questi ambiti esiste una ampia letteratura ed i risultati sono ormai acclarati.

 

L’utilizzo di questa tecnica nel seno, sia nelle lesioni benigne (fibroadenomi), che in quelle maligne è invece una novità resa possibile dalle caratteristiche tecniche uniche ed innovative del sistema ProSense.

 

A livello del trattamento della mammella la letteratura esistente non è così ampia come per gli altri organi: data la novità non sono molti i lavori scientifici dedicati a questo specifico utilizzo.

Nell’ottica di incrementare le conoscenze relative all’applicazione della Crioablazione in ambito senologico, la Versan & Dafne m.d. s.r.l., importatrice e distributrice in Italia del sistema, ci ha chiesto di realizzare un protocollo di studio no profit tendente a dimostrare la fattibilità, la sicurezza e l’efficacia di questa metodica rispetto alla classica escissione chirurgica.

I possibili vantaggi sono evidenti: non vi è intervento chirurgico, non si verifica il “vuoto” provocato dalla materiale asportazione di tessuto, la procedura non richiede anestesia generale, non vi sono segni evidenti, cicatrici o suture. E’, inoltre, assente il dolore e la procedura si svolge (anche ambulatorialmente) in pochi minuti.

Il protocollo proposto e condiviso dalla U.O.C. di Chirurgia Senologica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona con le altre 4 Chirurgie Senologiche dei Centri HUB del Veneto (Vicenza, Treviso, Padova e Mestre) prevede il trattamento di piccoli tumori in pazienti selezionate in base alla menopausa, alle piccole dimensioni della lesione, alle caratteristiche non aggressive istopatologiche della stessa e la compliance delle pazienti.

 

Fino ad ora sono state trattate una ventina di pazienti con risultati preliminari positivi.

 

Il protocollo prevede la crioablazione e la successiva asportazione chirurgica (dopo un mese) della massa risultante per le necessarie analisi tendenti a dimostrare l’avvenuta risoluzione della malattia.

Tutte le pazienti sono sottoposte a Rmn pre-trattamento e controllo dopo un mese. Non ci sono differenze nel follow-up delle pazienti rispetto alle omologhe già trattate con altre metodiche.

 

Una volta concluso lo studio e verificata la fattibilità, la sicurezza, l’efficacia e la semplicità della metodica, si potrà considerarlo come un trattamento alternativo alla tradizionale chirurgia nelle pazienti selezionate in base alle loro condizioni generali.

 

Inoltre sarà possibile considerare l’utilizzo di questa tecnica nel trattamento delle recidive.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1