18 agosto 2019

Scuole

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

09.11.2018

Gavia, Braida e ABiCi.
Uno stile educativo non
convenzionale ed entusiasmante

Servizi Speciali

PROSSIME PORTE APERTE: MERCOLEDI' 23 GENNAIO ORE 18.00-19.30

CONFERMA SUL SITO LA TUA PARTECIPAZIONE

 

Le scuole Gavia, Braida, primaria e secondaria di I grado, e la scuola dell’Infanzia ABiCi, gestite dall’Associazione EdRes , situate nel cuore di Borgo Trento, in una sede dotata di ampi spazi esterni, con un giardino e campi da calcio, basket e pallavolo, aderiscono al progetto pedagogico-formativo del Faes (Famiglia e Scuola), un network di scuole diffuse ormai in tutta Europa, Stati Uniti d’America, America del Sud e Australia. Un sistema educativo basato su::


- Alleanza educativa con la famiglia, per un percorso di crescita condiviso. “Privilegiamo la persona e ci prendiamo cura di uno studente alla volta, - spiega Maddalena Vantini, Direttrice delle Scuole - perché vogliamo che ognuno riceva le attenzioni e le opportunità che merita, per portare a compimento i propri talenti e ciò può avvenire solo grazie ad un’intesa educativa con la famiglia che, ‘vivendo la scuola’, impara a conoscere meglio se stessa, favorendo così la formazione dei propri figli.”

- Tutor, personal trainer degli alunni. “Presente fin dalla Materna, la tutoria è una relazione personale che il docente mette in atto con l’alunno, costruendo un rapporto di fiducia e di incoraggiamento nella sua crescita umana e didattica, senza prendere decisioni al suo posto, ma affiancandolo a esercitare liberamente la volontà. Il Tutor incontra periodicamente i genitori e, partendo dalle attitudini e potenzialità del proprio tutorato, sviluppa un percorso di miglioramento, che aiuta l’alunno a diventare ciò che può essere.

- Omogeneità pedagogica, in Primaria e Secondaria di I grado. “Tale omogeneità, che definirei ‘la grande sconosciuta’ - precisa la Direttrice - è premessa e conseguenza della tutoria. È stato infatti accertato che, nella fascia 6/14 anni, esistono forti condizionamenti neurobiologici che permettono di parlare di un modo maschile e femminile di apprendere e di conoscere e tali condizionamenti non possono essere ignorati, né eliminati senza produrre danni. Vi invitiamo a conoscere più da vicino le nostre scuole per comprendere il valore di tale scelta”.

Didattica Innovativa:

Scuola dell’Infanzia Bilingue ABiCi
- Inglese:
5 ore settimanali per i piccoli e 10 ore per medi e grandi con full immersion nelle azioni quotidiane della giornata a scuola
- Un nuovo modello di scuola dell’infanzia: molti momenti dedicati alla connessione con il mondo esterno, a giochi in-relazione e materiali innovativi nella didattica.
- Ampi spazi esterni: un giardino e un orto curato dai bambini stessi

 

Scuola Primaria
- Metodo Analogico: per l’apprendimento intuitivo della lettura e del calcolo
- Orientamento a una didattica bilingue: 8 ore settimanali di inglese e due materie, geografia e scienze, in lingua e accesso alle certificazioni Cambridge
- Metodo Feuerstein: sviluppo delle funzioni cognitive e di nuove capacità di pensiero

 

Scuola Secondaria
- Potenziamento dell’inglese: 5 ore settimanali di inglese introdotto anche in altre materie, con docente madrelingua, potenziamento dello speaking e accesso alle certificazioni Cambridge
- Un mese di scuola in Irlanda, a settembre, per gli alunni della 3° secondaria di I grado
- Scacchi, con tornei provinciali e regionali


Altri potenziamenti: Educazione Musicale - Educazione Fisica-Sport - Teatro - Studio Guidato - Tedesco

EdRes Academy attività per ogni fascia d’età, sia interni che esterni


- Ginnastica, sport, musica, danza, teatro e laboratori creativi.

Il futuro dei nostri figli è l’investimento più importante - conclude Maddalena Vantini - e l’Associazione EdRes offre la possibilità di agevolazioni sulla retta alle famiglie con più figli iscritti o in situazioni di difficoltà”.

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1