20 agosto 2019

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.02.2018

Educazione Motoria
e rendimento
scolastico

A CURA DI PUBLIADIGE

Studi recenti hanno evidenziato la correlazione tra attività motoria e rendimento scolastico.

Luca Gallizioli, docente di Educazione Motoria alla Scuola Primaria Braida, intervistato, sottolinea con forza come la sua materia di insegnamento sia un vero e proprio investimento per lo sviluppo cognitivo:

“Alla Scuola Braida, come alla Gavia e alla Scuola dell’Infanzia ABiCi, si dà grande spazio al Movimento non solo nelle ore curricolari di Educazione Motoria, ma, grazie alle aree verdi a disposizione (campo da calcetto, basket e giardino), anche negli intervalli.

Il nostro obiettivo, però, è quello di focalizzare l’attenzione sulla qualità di quanto viene proposto: è molto importante infatti che l’Attività Fisica sia strutturata e organizzata sulle reali necessità dell’alunno e che egli, durante la sua crescita, possa sviluppare e incrementare le cosiddette Funzioni Esecutive (FE), un insieme di processi cognitivi superiori quali: iniziativa, attenzione, pianificazione, organizzazione, controllo emotivo e flessibilità̀.”

 

 

Come si sviluppa tutto questo alla Scuola Braida?

“Il tramite è il gioco, grazie al quale, anche i più piccoli, possono affrontare con successo percorsi motori che richiedono l’applicazione di diversi aspetti delle Funzioni Esecutive: risolvere correttamente dei problemi, mantenere la memoria di lavoro, controllare e filtrare dati rilevanti, avere capacità di shifting (sapersi adattare velocemente ad una nuova situazione).

Tutti aspetti che gli alunni sviluppano indirettamente, in quanto semplicemente impegnati nella cosa che a loro riesce meglio e che li diverte: giocare!”

 

 

Come si applica la metodologia di lavoro?

“Perché l’esperienza di apprendimento sia adeguata, cerchiamo di progettare percorsi significativi, e calibrati per età, che consentano di sperimentare la realizzazione dell’obiettivo. Il modo, infatti, in cui l’alunno percepisce le proprie competenze in relazione al compito, influenza il desiderio di partecipazione e d’interesse. Questo perché ogni apprendimento è condizionato da elementi affettivi ed emotivi che implicano il piacere di ciò che si fa e la riuscita di un’azione. In Braida, infine, riteniamo utile, anche incoraggiare gli alunni a concentrarsi sui miglioramenti del loro livello di abilità, piuttosto che sul confronto tra la loro prestazione e quella dei compagni.”

 

 

I Docenti di Educazione Motoria di Braida e Gavia sono a disposizione per maggiori informazioni, presso le scuole Gavia, Braida e ABiCi, via Calatafimi, 12 – Verona.

Tel. 045 916009 - 917821

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1