15 novembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Viaggi & turismo

12.05.2019

Ritmi andalusi

Lo skyline di Siviglia al tramonto, con la Cattedrale e l’Alcázar, svela anche inattesi particolari contemporanei come il Metropol Parasol
Lo skyline di Siviglia al tramonto, con la Cattedrale e l’Alcázar, svela anche inattesi particolari contemporanei come il Metropol Parasol

¬ Siviglia è la quarta città della Spagna per numero di abitanti, ha un nucleo storico ben sviluppato con molti punti d’interesse ma allo stesso tempo non è di una dimensione tale da necessitare molti giorni per vederla con completezza. Si candida quindi come meta ideale per un fine settimana culturale. Può essere visitata comodamente a piedi senza l’ausilio di mezzi pubblici, o in alternativa in bicicletta grazie al suo andamento pianeggiante e alla rete di ciclabili tra le più capillari di Spagna. I tre grandi complessi monumentali, Cattedrale, Alcázar e Archivo de Indias (intitolati patrimonio Unesco) insieme alla Plaza de España, progettata per l’Expo iberico americana del 1929, sono i luoghi più conosciuti della capitale andalusa. Plaza de España si trova un po’ defilata dal centro cittadino e il consiglio è quello di visitarla all’ora del tramonto per godere dei giochi di luce creati dalle tinte ocra e dalle maioliche che la compongono. La visita all’Alcazar e alla Cattedrale (consigliato l’acquisto dei biglietti online) vi occuperanno almeno tre ore ciascuna ma sarete ricompensati dalla vista di un palazzo reale che in stile ed opulenza ricorda il Topkapi di Istanbul e una Cattedrale grandiosa che tra i suoi vari tesori conserva anche la tomba di Cristoforo Colombo. Oltre la possibilità di salire in cima alla torre della Giralda da cui ammirare Siviglia dall’alto. Non lontano si dipana il fascinoso quartiere di Santa Cruz, fatto di eleganti viuzze pedonali e romantiche piazzette, mentre la zona de L’Arenal, dove si trova la famosa Torre del Oro e anche la più antica arena de toros di Spagna, è una zona molto viva, piena di bar storici e dove i Sivigliani amano passare le loro serate. Molte sono le chiese di Siviglia, spesso legate a culti molto sentiti come quello della Madonna de la Macarena. E altrettante sono le residenze private nobiliari che meritano di essere visitate, due su tutte: El Palacio de las Duña e Casa de Pilatos. A Siviglia, inoltre, non manca l’animo contemporaneo, la cui più vivace espressione è lo spettacolare Metropol Parasol, la piu grande costruzione in legno del mondo dell’archietetto Jürgen Mayer, ma anche la poetica scultura di Edoardo Chillida Monumento a la Tolerancia sulle rive del fiume Guadalquivir e il Centro di Arte Contemporanea, che si trova all’interno del recuperato Monasterio de la Cartuja. Non tutti sanno che a Siviglia si trovava il temutissimo tribunale dell’inquisizione spagnola, che era ubicato nel Castillo di San Jorge nel quartiere di Triana. Triana con le sue fabbriche di maioliche è uno dei quartieri più autentici e tipici della città, seduti ad uno dei suoi bar potrebbe capitarvi di assistere a gruppi di amici che improvvisano del flamenco. Se così non fosse, potete assistere ad uno dei tanti spettacoli che si tengono quotidianamente in molti teatri e locali della città.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1