01 ottobre 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Viaggi & turismo

16.11.2018

Le "gemme" d'Italia
I 20 borghi
da non perdere

Ripatransone, nelle Marche, è famoso per il vicolo più stretto d'Italia: solo 43 centimetri
Ripatransone, nelle Marche, è famoso per il vicolo più stretto d'Italia: solo 43 centimetri

Come ogni anno, Skyscanner seleziona 20 piccole gemme che valgono assolutamente una visita. Borghi, città e piccoli comuni italiani (con popolazione inferiore ai 35mila abitanti e un centro ben conservato) dalla bellezza indiscussa, a cui ispirarsi per una gita fuori porta.Cominciamo dal nord e da Avise (Aosta), con i suoi tre castelli (Cré, Blonay e Avise per l'appunto): ubicato in posizione strategica, a pochi chilometri da Courmayeur, un tempo era un passaggio obbligato per la Gallia. Merita un un assaggio il Petit Rouge, vino rosso della zona. Vicino ad Asti si trova Canelli, aggrappato sulle colline delle Langhe e del Monferrato. D'obbligo scendere alla scoperta delle «cattedrali sotterranee», cantine che formano una rete sotto la città.Noli (Savona) è disseminato di monumenti che spuntano tra i caruggi. Fuori dal centro storico, il Castello Ursino domina la città, mentre le pendici del borgo sono caratterizzate da un mare turchese e da una spiaggia bianca a forma di mezzaluna. Lenno (Como), oltre che attrarre i buongustai di mezzo mondo, ha affascinato anche cineasti come i registi di Star Wars e James Bond.Con il suo piccolo abitato incastonato tra le acque dolci del lago Molveno (Trento) è ai piedi delle vette innevate delle bellissime Dolomiti di Brenta. Da non perdere la Chiesa di San Vigilio e l'Antica Segheria Taialacqua. Marostica (Vicenza) è famosa per le sue ciliegie a marchio Igp e per i «pedoni» umani in costume rinascimentale che ogni due anni, a settembre, animano la Scacchiera Gigante di Piazza Castello. Borgo di origine romana, Tricesimo (Udine) è ricca di storia medievale e di architettura religiosa. Qui si ammira il presepe all'aperto più famoso del Friuli, quello di Ara. Il nomignolo di Torriana (Rimini) è «Scorticata», data l'asperità dello sperone di roccia, mentre la vista incantevole sul mare gli ha procurato quello di «balcone della Romagna». Nel Centro Italia, a San Miniato (Pisa) il re è il tartufo bianco. Qui, nel 1954, è stato persino trovato il tartufo più grosso del mondo (2.520 grammi!). Vicino a Perugia sorge Campello sul Clitunno, vicino alle Fonti ritenute sacre dagli Antichi Romani, e alle sponde di un laghetto cristallino abitato da uccelli e piante. Ripatransone (Ascoli Piceno) è famoso per il vicolo più stretto d'Italia, di appena 43 centimetri, e la festa pirotecnica del Cavallo di Fuoco (la domenica dopo Pasqua).In Abruzzo Pizzoferrato ha viuzze lastricate, edifici in pietra e un'atmosfera sospesa nel tempo. Tra le specialità il tipico «U'Sprusciat» (lo schiacciato), un salume di zona molto goloso. La perla della Calabria è Nicotera, un mucchio di case dai tetti ocra aggrappati su di un colle con affaccio privilegiato sul Tirreno, le Eolie e lo Stretto di Messina. San Vito Lo Capo è una delle località balneari più amate in Sicilia grazie al bianco della sua spiaggia e al sapore del tipico couscous.In Sardegna l'origine di Santa Maria Navarrese (Nuoro) pare legata alla figura della Principessa di Navarra, giunta fin qui e sopravvissuta a un naufragio: per ringraziare la Vergine fece costruire una chiesa medievale, oggi monumento simbolo del paese.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1