04 agosto 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Moto

23.05.2018

«Nuda» e muscolosa
Honda riprogetta
la CB 1000 R

Anima sportiva per la Honda CB 1000 R, capace di reinterpretare lo stile «café racer»
Anima sportiva per la Honda CB 1000 R, capace di reinterpretare lo stile «café racer»

Quando passato e futuro si incontrano in un mix tra moderno e retrò. È questo lo stile voluto da Honda per la sua nuova CB 1000 R, una «naked» con personalità da vendere, minimalista, compatta e muscolosa, capace di reinterpretare lo stile «café racer». La nuova nata della casa giapponese è stata completamente riprogettata pensando non solo alle prestazioni ma anche a offrire emozioni. L’anima rimane comunque sportiva mostrando uno scatto ancora più brioso grazie anche ad una cura dimagrante: pesa infatti solo 215 chili, 12 in meno rispetto alla versione precedente. A contribuire al miglioramento delle prestazioni c’è anche l’aumento della cavalleria: i cavalli ora sono ben 145, 20 in più. Il motore a quattro cilindri risulta così più potente e generoso. Il nuovo telaio monotrave superiore in acciaio e le sospensioni regolabili marchiate Showa contribuiscono a migliorare comfort e guidabilità. Il suo stile accoglie il faro circolare e la sella retrò che fa pensare al passato, mentre la tecnologia guarda al futuro. A bordo meno plastica e più alluminio, strumentazione è digitale ea fanaleria tutta full led. Su strada la «nuda» nipponica, che è stata protagonista anche all’ultima Milano Design Week, non delude: alla guida è potente, dinamica e aggressiva ma allo stesso tempo equilibrata. Concede confidenza da subito, sia che il tragitto previsto sia un tranquillo giretto fuoriporta, sia che si tratti di un test più sportivo cercando di sfruttare al massimo la potenza a disposizione. Il propulsore Honda è in grado di offrire il giusto mix in ogni condizione anche grazie al 4 Riding Mode: Rain, Standard, Sport, User. Il conducente può così personalizzare il tipo di guida in base alle condizioni della strada potendo utilizzare tre livelli di potenza, del freno motore e del controllo della trazione che si può anche disattivare. La frizione è dotata di antisaltellamento. La nuova CB1000 sul misto va via che è un piacere, cambiando direzione con rapidità. In curva la «naked» risponde al meglio consentendo al guidatore di pennellare le traiettorie. Le accelerazioni si possono dosare con precisione, a tutto vantaggio della guidabilità. L’assetto standard è ben bilanciato, promettendo un giusto mix tra comfort e sportività, che consente di affrontare anche viaggi lunghi senza troppi risentimenti per gambe e schiena. Bene i freni, ben modulabili che danno sicurezza nelle staccate. La leva della frizione invece non è regolabile. La versione standard è affiancata dalla versione «plus» denominata CB1000R+, con cambio elettronico e finiture dedicate di serie. I prezzi della nuova CB1000R Sports Café partono da 13.790 euro, la versione Neo Sports Café da 15.090 euro. •

Emanuele Zanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1