22 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

16.01.2019

Lamborghini
Un Huracan
ancora più cattivo

Lamborghini Huracán Evo nel nuovo arancione xanto a quattro strati
Lamborghini Huracán Evo nel nuovo arancione xanto a quattro strati

Ancora più «cattiva», ancora più estrema. Con l’ultimo restyling Lamborghini Huracán, che ora vede nella propria denominazione l’aggiunta di «Evo», ha guadagnato efficienza in termini di aerodinamica, ha migliorato ulteriormente l’assetto di guida e potenziato il motore. Il propulsore è il collaudato V10 da 5,2 litri, che nell’aggiornamento guadagna ben 30 cavalli arrivando così a ben 640 con 600 Nm di coppia. Ora l’accelerazione è a dir poco impressionante: il tipico scatto da zero a cento orari viene bruciato in meno di tre secondi (2,9 secondi per l’esattezza), mentre sono sufficienti appena nove secondi per coprire lo «zero-duecento». Anche la velocità massima è da brividi: 325 chilometri orari. Tra le novità spiccano le ruote posteriori sterzanti, prendendo spunto dall’ancora più estrema Aventador S, a cui si aggiunge la ripartizione della coppia tramite Torque Vectoring sulle quattro ruote motrici. La nuova vettura della casa di Sant’Agata bolognese è connessa al nuovo sistema Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata (Ldvi): una unità di elaborazione centrale che controlla ogni aspetto del comportamento della vettura, integrando sistemi dinamici e assetto per anticipare azioni ed esigenze del conducente. La supercar è stata aggiornata alla versione 2.0 della «piattaforma inerziale» (Lpi), una rete di sensori situati in corrispondenza del baricentro della vettura. Il design, a parte qualche dettaglio, rimane quasi inalterato rispetto alla versione precedente, anche se per questo restyling è stato lanciato con un appariscente color arancione «xanto» a quattro strati. La nuova Huracán Evo arriverà in Italia in primavera e avrà prezzi da 224.500 euro.

EM.ZAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1