18 settembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

22.02.2019

Quella sióra col pass disabili
che la córe come un léoro

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Una signora con una faccia un po' così - scrive la Olga - ha parcheggiato spedita l'auto su uno stallo per disabili in via Adigetto. Ne è scesa con agilità - ho stimato che non avesse più di quarant'anni - e, dopo aver sbattuto la portiera, è corsa verso gli uffici dell'Anagrafe. Evidentemente aveva fretta. «Gino - ho detto a mio marito - quella sióra là te pàrela disabile?». «La me pararìa pitòsto abile, la córe come un léoro» mi ha risposto. Ò ciàpà par 'na mànega il mio Gino e siamo andati a vedere se l'auto esponesse il contrassegno e se dentro ci fosse il pare o la mare della sióra. «Se non è disabile lei, lo saranno so pare o so mare» mi sono detta. L'auto aveva effettivamente il contrassegno ma dentro non c'era nessuno, fatta eccezione per un cagnolino di peluche sul ripiano del lunotto. La cosa mi ha messo in corpo tanta rabbia. Noi, dopo aver aspettato inutilmente mezz'ora che si liberasse un posto, siamo stati costretti a mettere l'auto al parcheggio di piazza Cittadella, dove ti pelano alla grande, mentre la siòra, grazie all'uso truffaldino del cartoncino arancione ha trovato la pappa pronta. Il suo contrassegno deve essere uno dei 1738 - come riferisce "L'Arena" - che appartenevano a disabili defunti e che stanno usando furbescamente figli o nipoti. Lo saprà la sióra che se la beccano rischia, oltre al resto, una denuncia penale? Forse sì ma potrebbe essere uno dei tanti che, anche se informati, se ne fregano perché credono di poter continuare a farla franca. Dei furbi si dice che mangino polenta e volpe almeno una volta la settimana. La volpe in scatola, la Volpenthal, la si trova in certi supermercati ma i commessi non fanno in tempo a metterla sugli scaffali che è già sparita. Mi chiedo se i furbi siano anche intelligenti e mi rispondo di no perché se fossero intelligenti farebbero ciò che è giusto, non quello che gli conviene. I furbi fanno passare per fessi gli onesti, ma io che rispetto le regole non mi sento fessa e gliel'avrei detto a quella sióra con la faccia un po' così se avessi avuto le gambe per rincorrerla. «Sióra - le avrei detto - No g'àla un minimo de pudór? La se vergogna». E lei mi avrebbe mandato a quel paese perché i furbi sono così. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1