18 settembre 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

14.09.2020

Picchiarsi in piazza è meglio
che giocare a ciupascóndi

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Dopo aver letto dei continui pestaggi tra bande di minorenni - scrive la Olga - la Elide mi chiede: «Ma almanco se pìceli co’ la mascarina?». Le rispondo che non lo so ma che di sicuro nel corpo a corpo non mantengono il distanziamento sociale. «Sarebbe un vanto per la città - mi fa - se i se ciocàsse rispetando le regole anti-Covid, gavaréssimo la mèio gioventù parché el me Remigio el dise che in tanti altri posti d'Italia i se ciàpa a pugni e a sberle sensa la minima preocupassión del contagio». Concordo che azzuffarsi senza osservare le regole imposte dal governo è roba da irresponsabili ma nel contempo esprimo la speranza che, da lunedì, con l'inizio della scuola le risse finiscano. Ho infatti ancora in mente le parole del filosofo-psicologo-sociologo Strusa il quale ha detto che l'esplosione di violenza minorile è dovuta allo stress accumulato durante il lockdàun e alla conseguente chiusura anticipata delle scuole. A scuola si svagavano picchiando i professori e, venutigli a mancare gli abituali bersagli, si menano tra di loro. Le ricordo che in piazza Erbe, la settimana scorsa, è dovuto intervenire l'esercito per dividere due bande di ragazzini che si gnoccavano. «Bruta roba - commenta la Elide - 'Na volta iéra i genitori a dar el cativo esempio ai fiói e adesso l'è viceversa. I l'avéa dito i esperti che el mondo dopo el virus el sarìa cambià». Le dico che ciò che mi preoccupa di più è il fatto che i ragazzini che hanno avuto la peggio negli scontri si rifiutino di fare i nomi di quelli che hanno avuto la meglio e non li denuncino. Questa omertà significa che si danno appuntamento in piazza Erbe o all'Arsenale o a Castelvècio solo per sfidarsi a botte, non per giocare a ciupascóndi, e quindi si tratta di una terapia di gruppo se si vuol credere al professor Strusa. «Mi - risponde la Elide - ò sentìo un pissicologo che l'à dito che el ciupascóndi l'è un zugo diseducativo parché iè tuti contro uno, quel che ciùpa». Le dico che può darsi e che per lo stesso motivo dovrebbe essere messa all'indice anche la mosca cieca. Certo che una città dove i fiói escono di casa par gnocàrse non è da additare come esempio di civiltà. «L'è pèzo de Cicago» mi fa la Elide. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1