17 novembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

05.11.2019

«No ghe ne podémo più»
valuta la svolta della Pippi

La Posta della Olga
La Posta della Olga

La fine del vecchio Mobility Day e l'invasione dei monopattini - scrive la Olga - sono stati al centro di un’affollata conferenza dell'associazione culturale “No ghe ne podémo più“ tenutasi alla Corte Vècia. Il presidente, ragionier Dolimàn, dopo aver preso atto della dichiarazione dell'assessorina Pippi Calzelunghe secondo cui i Mobility «hanno rotto le scatole a qualcuno ma sono serviti a cambiare la mentalità dei veronesi», ha detto che sulla rottura di scatole non ci sono dubbi ma che i veronesi sono rimasti quelli di prima. Oltre a lui, al tavolo dei relatori c’erano il casinologo Cagnara; lo scienziato del bareto Manitù; il filosofo-psicologo-sociologo Strusa e un veronese con le scatole rotte, un certo Gigio. Manitù ha espresso perplessità sul nuovo Mobility che durerà tutto l’anno e si fonderà sulla versione aggiornata dell’app MuoVERsi, finalmente risolutiva dei problemi ambientali perché prevede, tra l'altro, che nei ristoranti si lavino i piatti con l'acqua minerale. Un’antica signora del pubblico ha chiesto che cos'è un’app. Pronta la risposta dello Strusa il quale ha spiegato che è l'abbreviazione di appriscatole con due “p“. Il filosofo ha inoltre detto che MuoVERsi significa “Darsi una mossa“ cominciando col lasciare in garage l'auto e usando esclusivamente biciclette e monopattini, meglio i secondi perché le prime, come ha detto la Pippi, le rubano. Un ladro di biciclette, presente tra il pubblico, ha confermato. È stata poi commentata la dichiarazione dell’assessorina secondo cui il monopattino è l’alternativa all’auto. «Mi g’ò ’na moiér, du fiói picoli e la suocera - è insorto el Biri de San Martìn - e par la Pippi noaltri dovaréssimo andàr tuti e sinque in cità col monopatino, mi davanti e i altri a rua come le ànare nei fossi». Grazie alla similitudine, el Biri è stato subito ribattezzato “Sisón“. Il casinologo Cagnara, che più casino c’è più gode, ha detto che la Pippi e il collega Zanotto, dopo aver promosso i monopattini, non sanno più come cavarsi dalle pétole e allora continuano a parlarne bene anche se la città si sta ribellando. Il filosofo Strusa, citando il pensatore indiano Mudan Mudandassa, ha spiegato cosa sono le pétole. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1