29 settembre 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

09.12.2019

Le perle e i oréti
i sta meio al fresco

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Avrebbero potuto dire qualsiasi cosa i fantasiosi truffatori - scrive la Olga - a quell'anziana signora che hanno derubato dei gioielli. L'hanno convinta che perle e oretti si conservano meglio in frigo invece che nel cassetto del comò dove tarme refrattarie alla naftalina li avrebbero potuti divorare lentamente ma inesorabilmente con i dentini di acciaio. In alternativa le avrebbero potuto dire che si sarebbero conservati altrettanto bene in salamoia o sotto aceto o che se li avesse appesi al ficus beniamino avrebbe assistito alla loro prodigiosa moltiplicazione. Lei era probabilmente disposta ad accettare di buon grado qualsiasi consiglio da parte di quei malandrini col saio dell'umana solidarietà che si prendevano cura di un'anziana sola, sentimento raro in questi tempi aridi, se non addirittura ostili. Il frigo? Non aveva mai sentito la poveretta che oltre ai ovi e alle séole vi si mettessero anche i gioielli. La televisione, così prodiga di consigli, non ne aveva mai parlato. Mi pare di sentire le parole dei truffatori: «Ma cara signora, tutti mettono i loro gioielli nel frigo, giù in basso, nel cassetto delle verdure. Solo lei li tiene ancora nel comò». E lei, dopo aver ammesso la propria ignoranza, li avrà ringraziati. «Si, così quando me méto la colana sento anca un bel freschéto, mi che sudo anca d'inverno». Se è sorprendente la credulità dell'ennesima vittima dei raggiri nei confronti di anziani soli, non lo è meno la vastità delle argomentazioni di cui si servono gli abbindolatori per mettere a segno i loro meschini colpi. Questa qui del frigo però non l'avevo mai sentita. «E ti l'èto sentìa ancora?» ho chiesto al mio Gino. «No - mi ha risposto - mi son restà a quela vècia che l'avéa firmà par el cambio del gestór de la luce e invese gh'è rivà a casa 'na Kawasaki da disdotomila euro». Approfittarsi della buona fede dei vèci soli e indifesi, specie in questo periodo natalizio in cui sentono ancora di più i morsi della solitudine, è un reato tra i più schifosi. «No ghe vèrzo a nessuno» mi dice la Miranda e poi scopro che apre a tutti perché ha bisogno de far do ciàcole. Ha aperto anche ai falsi tecnici del gas che l'hanno derubata della pensione. «Però iè sta gentili» mi ha detto. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1