21 ottobre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

10.10.2019

Le molte idee del bareto
per rendere sicuri i bastioni

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Dopo il servizio di Striscia la Notizia - scrive la Olga - si è aperto un dibattito al bareto su come risollevare i bastioni, specie quello di Circonvallazione Oriani, dal degrado, in modo che non siano più frequentati dagli spusser, come la mia amica Erminia chiama gli spacciatori di droga. El ragionier Dolimàn ha proposto di ripristinare lo zoo ma subito è stato attaccato dall'animalista Bebo Zanna Gialla il quale ha detto che le bestie devono vivere in libertà. «Va ben, se podarìa alora métarghe solo animali da gàbia, cioè canarini, gardelìni, papagài e cricéti» ha replicato el ragionier rendendosi però subito conto che non avrebbero costituito una grande attrazione. «Fémo un zoo de animali liberi, sensa gàbie e recinti - ha suggerito allora el cavalier Marandèla - così i leoni i sbrana i spaciadóri». El Tegolina ha obiettato che i leoni non si sarebbero accontentati di mangiare gli spacciatori e avrebbero vagato per la città azzannando i culi grossi. «Eh no! - ha esclamato la Beresina ben sapendo che sarebbe stata una delle prime vittime -. Niente leoni, solo giraffe». L'architetto Mastegabródo ha detto che, se dipendesse da lui, disseminerebbe i bastioni di bareti a forma di tucùl, sale da ballo, giostrine per bambini e una pista da go kart per anziani. «E parché no un luna park permanente che funsiona anca de note e dove métarghe anca 'na rua panoramica che el sarìa finalmente el so posto?» ha detto el Toni Cóa. L'idea è piaciuta al pompiér Mettifogo ma non al nano Alfonso il quale ha detto che, senza scancanàrse tanto, si potrebbero tenere alla larga gli spacciatori incentivando i picnic grazie a elargizioni da parte del Comune di brisòle, salsicce e fiaschi de vin. La proposta è stata ritenuta banale dal fascista Trisòrco il quale ha detto che sarebbe bastato organizzare battute di caccia e sparare a vista agli spacciatori dotati di un'apposita pettorina. Le idee erano effettivamente troppo disparate per farne una sintesi che comunque il ragionier Dolimàn ha tentato promuovendo la pista da go kart per anziani inserita in un contesto di picnic esclusivamente notturni sorvegliati da guardiani travestiti da leoni dall'alto di un ruota panoramica solo per culi grossi.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1