15 ottobre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

12.09.2019

La mania di Hangzhou
di gemellarsi con tutti

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Non si capiva come mai il cinese del bareto, Tan detto Tano - scrive la Olga - non avesse partecipato all'eccitazione generale per il successo del viaggio a Hangzhou di una delegazione veronese capeggiata dal sindaco Sboarina, viaggio avvenuto nell'ambito del gemellaggio con quella città. «No te me pari par gnente entusiasta - gli aveva detto el ragionier Dolimàn - e quando t'émo domandà de portàr al bareto almànco 'na lanterna cinese par far un pochetìn de bàito, t'è alsà le spale, ansi, ghe mancava poco che no te ne mandassi in mona». El Tano non aveva risposto ma ieri, senza voler sminuire l'importanza delle opportunità che conseguiranno al patto bilaterale tra le due città, ha detto che se non aveva portato la lanterna era stato perché riteneva che Hangzhou fosse di manica troppo larga nel gemellarsi e che questo gli aveva fatto girare le balaustre, altro che festeggiare. Dopo aver tirato fuori dalla scarsèla delle braghe un foglio, ha letto i nomi della sessantina di città che, oltre alla nostra, sono gemellate con Hangzhou e che hanno quindi le nostre stesse opportunità economiche e turistiche: Pisa, Boston, Nizza, Leeds, Dresda, Città del Capo, Agadir, Lugano, Cancun....«Èmo capìo, férmete» gli ha detto el ragionier Dolimàn. «Budapest, Curitiba, Fukui, Paramaribo, Oviedo, Pogliano Milanese...» ha continuato imperterrito el Tano che ormai l'avéa ciapà la rincorsa. «Ma dai, anca Pogliano Milanese?» si è meravigliato el cavalier del dopolavoro Osoppo. «Sì, agosto 2015, gh'è scrito qua» ha risposto el Tano concludendo che Hangzhou è la città più gemellata del mondo ma che con Verona c'è un rapporto speciale perché il sindaco Sboarina ha annunciato che ci sarà il volo diretto Verona-Hangzhou che sostituirà quello tra Roma e la città cinese, troppo scomodo per i veronesi. «Eh, sì - ha commentato la Beresina che stava servendo ai tavolini - se par andàr in Cina se deve prima andàr a Roma l'è meio star a casa o andàr a Ibiza dove se bala nei nàit e se pol rimorchiàr dei bei fusti». El Tano ha aggiunto che in Cina ci sono molte polemiche riguardo alla mania di Hangzhou di gemellarsi con tutti e che anche il sindaco attuale, come i precedenti, viene spesso convocato a Pechino per una ramanzina.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1