06 aprile 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

26.02.2020

La bella Gigogin, Conte
e le polemiche sul virus

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Mentre usciamo insieme dal negozio della parrucchiera cinese - scrive la Olga - la Elide si mette a canticchiare “Aveva un bavero color zafferano“ che a un certo punto fa: “Veniva a piedi da Lodi a Milano per incontrare la bella Gigogin“. «Ancó - la interrompo - la bella Gigogin la spetarìa el moroso par gnente parché no'l podarìa andar a Milàn né a pié né in treno né in nessun'altra maniera. Te sè che Lodi l'è l'epicentro del coronavirus e che el governo l'à serà la cità col cadenasso». La Elide mi guarda e mi dice: «Canto quel che voi mi. Vuto dirme che el governo l'à proibìo anche le cansonéte?». «Non ancora - le rispondo - ma se Conte el decide che certe cansonéte le pol favorir el contagio, no'l ghe méte gnanca du minuti a métarle a l'indice. Le pol èssar 'na istigassión a scavalcar i cordoni sanitari». La Elide alza le spalle e continua a canticchiare. Poi si ferma e mi domanda se Conte ha messo el cadenasso anche a Verona. «Non ancora - le rispondo - ma sicome l'à dito che el contagio l'è anca colpa de la Sanità lombarda che no la segue i protocòli, se dovesse sucédar che anca a Verona se mala qualchedùn, el dirà la stessa roba anca de la nostra Sanità e magari el ne sèra in casa tutti». «De dove èlo Conte? Me par che no'l sia de Bolzàn» mi chiede la Elide. Le rispondo che è di un paese in provincia di Foggia. La Elide mi dice: «El Nord no'l rispèta i protocòli ma guarda caso i meridionali par curarse i vièn tuti nei ospedài del Nord e nessuno de noaltri el va al Sud gnanca par fàrse curàr le bugànse». Purtroppo le polemiche intorno al coronavirus e il panico che una maldestra e confusionaria comunicazione sta diffondendo tra la popolazione non solo stanno scavando ancora di più il solco tra il Nord e il Sud ma ci stanno disorientando al punto che non sappiamo più cosa fare. Il mio Gino che ha una banale sbòssega da raffreddore padano si è autoisolato temendo che, sbossegàndo al bareto, qualcuno chiami la Croce Verde. El Remigio, il marito della Elide, anche lui con la góssa al naso per il raffreddore, è rientrato a casa trafelato dicendo di essere stato tamponato. «T'ai fato el tampón?» gli ha chiesto la moglie. «No, i me vegnù nel cul» ha risposto. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1