23 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

13.03.2019

Il vento spazza via lo smog
e la caponara del Vacamòra

La Posta della Olga
La Posta della Olga

A causa del forte vento - scrive la Olga - al mio Gino è volata via la baréta ed è finita nell'Àdese. «L'è dirèta a Rosolina Mare, se no i le pesca prima» ha detto malinconicamente mentre la corrente la portava via. Pòro el me Gino, come el gh'è restà mal! Ci era affezionato al punto che se la teneva in testa anche al cesso. Siamo subito andati a comprare un'altra baréta che ci assomigliasse e ci ho attaccato una cordesèla da passare sotto alla barbèssola come quella del capèl de Giòn Uèin. «Adesso pol tiràr anca la bora» gli ho detto. «Comunque consólete - ho aggiunto - parché el vento, insieme a le baréte e ai cópi, el sta portando via anca el smog. L'è mesi che el tabachémo e no se sa mai che, gràssie al vento, l'assessora Pippi Calzelunghe Segala no la le péta lì coi Mobility Day». «L'è larga» mi ha risposto il mio Gino. «Chi? La Segala? Ma sa dìsito? No l'è gnente in tuto 'sta dòna». «No, l'è larga la baréta. La me cuèrze le réce». «Ghe metémo un spessór de amianto» gli ho detto e mi pareva contento. Il vento che ha disperso lo smog ha disperso anche la caponàra del Vacamòra, tanto che ieri mattina c'erano galline anche in autostrada. «L’à ciocàa fisso - ha raccontato al bareto - tanto da far rugolàr el porco sul séleze e da roersàrghe le réce al musso. No era bon de indrissàrghele e alora ò ciamà el veterinario che el ghe l'à stecà». Anche in città il vento l'à ciocà fisso. Gli ombrelloni dei plateatici hanno spiccato il volo con grande goduria di chi, come la mia amica Irma, non sopporta di averne uno sotto casa che no'l ghe fa seràr òcio de note. «Irma - le ho detto - par farte contenta el vento el dovarìa tiràr fin a novembre». «Tasi - mi ha risposto - in centro sémo tuti invelenà. St'ano próo a butàr zó bocài de pisso. Son drio a métarme d'acordo con altri residenti. Pisso a volontà e a ci tóca tóca». Al bareto una raffica di vento ha portato via la grondaia ma, come ha detto el parón, l' Oreste, «visto che no pióe mai, voléa cavàrla parché no la serve che ai colombi par fàrghela in testa ai clienti che va rénto e fora». Alla Mary Slandróna si sono sollevate le còtole come a Marilin Monró. El postìn che l'ha vista mi ha detto che «s'à tamponà du vèci ciclisti».

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1