16 ottobre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

07.10.2019

I Mobility, roba da Buìcio
Ma si guarda avanti

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Riecco il Mobility Day - scrive la Olga - ormai roba da Buìcio: strasse, ossi e fèro vècio, come si leggeva sull'insegna del leggendario strassaròl. Nato come espediente assolutorio delle amministrazioni comunali del bacino padano, non ha assolto nessuno né, com'era prevedibile, ha risolto, nemmeno in parte, il problema dello smog. Per renderlo più digeribile, si è intinto il Mobility Day in una sorta di ciarpame folcloristico (manifestazioni collaterali) che avrebbe dovuto aiutare i cittadini a formarsi una coscienza ecologica. Sarà così anche domani. Dall'anno prossimo ci saranno i Mobility Smart. Ho chiesto lumini al consigliere di circo-scrissión Toni Saùgo il quale mi ha risposto che si tratta di una nuova concezione di mobilità. «Vedémo che roiàde i tira fora» mi son detta. L'ambientalista del bareto Bebo Zanna Gialla, così chiamato dal colore dei suoi denti, imputa il fallimento dei Mobility Day alle troppe deroghe. Secondo lui nessuno, senza eccezioni, avrebbe dovuto viaggiare in auto, moto o mosquito. Avrebbero dovuto circolare solo biciclette, monopattini, barche a vela, slitte, carrettini con rueléte a sfera, autobus a trazione animale e si sarebbero dovuti chiudere l'aeroporto e le autostrade. Il mio Gino mi dice che el Bebo el vien tolto par el cul dagli avventori del bareto perché non hanno coscienza ecologica. «Ecco come funsióna le robe ne sta cità - gli ho risposto -. Apena uno el g'à 'n'idea bona, el vien tòlto par el cul. Guarda la Pippi Calzelunghe che i ghe dìse su tuti par i Mobility Day mentre invése bisognarìa farghe un monumento, o almànco un monumentìn parché la domìnica, quando noaltri andémo a spasso la se méte i stivaloni e la se mobility andando a netàr i fossi». Lo so che per combattere l'inquinamento ci vogliono soluzioni globali, possibili solo se tutti i Paesi si mettono d'accordo, ma ognuno nel suo piccolo dovrebbe dare un contributo. Nètando i fossi dalle bottiglie di plastica non si impedisce certo ai giàssi dei Poli de desfàrse e magari se se ingiàssa i pié, ma qualcuno lo deve pur fare. E domani affrontiamo uno degli ultimi Mobility ransegnando el naso, come abbiamo sempre fatto, ma se l'idea è fallita è pur sempre stata un'idea.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1