15 settembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

13.11.2018

Grazie al sussidio, el Nane
supererà el Brassadèla

La Posta della Olga
La Posta della Olga

El Nane Bruseghìn del bareto - scrive la Olga - avendo un reddito Isee di 9360 euro annui, fa parte di quel 7% della popolazione di Verona e provincia che ha diritto ai 780 euro mensili del reddito di cittadinanza. El Toni Brassadèla, suo compagno di briscola, avendo un reddito Isee di 9360 euro e 10 centesimi, non ha diritto al sussidio. Nel momento in cui el Nane Bruseghìn percepirà l’assegno del governo, sarà più ricco del Toni Brassadèla di 9359 euro e 90 centesimi l’anno, inaccettabile sproporzione che sta già incrinando il rapporto tra i due. El Brassadèla lo ha già ricusato come compagno di briscola e il prossimo passo sarà quello di togliergli il saluto. Tutti gli avventori del bareto sono dalla sua parte, anche se el Nane ha solo la colpa di aver sciaguratamente dichiarato quei 10 centesimi in più che lo condannano alla povertà perpetua. El Ciro, el napoletàn del bareto, dichiarando di essere nullatenente dalla nascita, perché il bagarinaggio, ereditario da almeno sette generazioni, lo ritiene esentasse, sta pagando da bere a tutti, naturalmente a ciòdo, in attesa che gli arrivi l’assegno per saldare il debito con l’oste Oreste. Nella sua Napoli, che è anche la città di Di Maio, una famiglia su cinque ha diritto al sussidio. «Napoli è un sussidiario ha commentato el ragionier Dolimàn. La batte solo Crotone mentre a Bolzano solo il 2,3% della popolazione rientra nei limiti previsti dalla provvidenza. «Iè tuti schei che va al Sud dove gh’è più pitòchi che al Nord ma anca più evasori che i ciaparà el sussidio come indigenti» ha detto el Tegolina raccogliendo il quasi unanime consenso del bareto. «Gh’è un contrato de governo e noaltri lo rispetémo anca se ne gira le balòte e prima o dopo le ne s-cioparà» è stata la risposta del leghista Ovidùri che scimmiotta Salvini anche negli atteggiamenti. El cavalier del dopolavoro Osoppo gli ha chiesto se prevede che le balòte de Salvini le s-cioparà prima delle elezioni europee della prossima primavera. «Prima de Nadàl no credo - ha risposto l’Ovidùri - ma da Nadàl in là tuti i giorni iè boni». Temendo di perdere il reddito di cittadinanza, el Nane Bruseghìn e el napoletan Ciro hanno fatto gli scongiuri dàndose ’na remenàda alle balaustre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1