18 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

13.06.2019

Giulietta, ma
il Comune è
regista di che?

La Posta della Olga
La Posta della Olga

L'assessore alla Cultura, Francesca Briani - scrive la Olga - mi è simpatica e mi pare anche una persona fine e preparata, ma quando insiste nel dire che il Comune ha la regia di quella squallida commedia che da troppi anni va in scena su chi deve mettere le mani sul cortile della Casa di Giulietta, me casca i brassi. Mi domando infatti (e non solo io ma anche el Cilo, detto Fosforo, lo scemo del bareto) come il Comune possa avere la regia di una cosa che gli scappa da tutti i cantoni e di cui non conosce né la trama né le trame. El ragionier Dolimàn dice che al Comune, tagliato fuori per propria colpa dalla assatanata gara tra privati su chi si acchiappa la torta, non era rimasto che dire «E mi fago el regista» che equivaleva a un'ammissione di impotenza senza voler dare l'impressione ai deficienti che fosse così. Mi domando anche come possa la Briani scandalizzarsi dell'ingresso nella mischia della non ancora premiata ditta Cigolini-Cozzolin se questo è avvenuto entro il termine previsto per le manifestazioni di interesse. Avrebbero potuto entrare anche altri aumentando il casino. Ma chi lo ha fissato il termine, el Toni Saonéta del bareto? La Briani sapeva anche che il Teatro Nuovo avrebbe dato la propria adesione al piano della Mox Corporation fino al 30 giugno (anche questa l'è bela) e poi, a seconda di come fossero andate le cose, avrebbe potuto ritirarla. Di questa farsa c'è chi capisce tutto e chi non capisce un'ostia, come direbbe il mio Gino. La Briani è tra i primi e allora perché lamentarsene sapendo che le carte dicevano che le cose avrebbero potuto andare in una certa maniera, sgradita al regista che non conta un piffero? Adesso si può ipotizzare che tra il benestare con l'elastico dato dal Teatro Nuovo alla Mox e la proposta Cigolini-Cozzolin ci possa essere un nesso, ma questo farebbe parte di un gioco che il Comune ha permesso quando ha lasciato la patata Casa di Giulietta in mano ai privati: magari la Briani lo pensa anche se non lo dice perché è una persona elegante. Ma adesso se salta per aria tutto, come è facile che succeda, la colpa non può essere né del duo Cigolini-Cozzolin né del Teatro Nuovo né tantomeno del baiòn come cantava Nilla Pizzi.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1