25 gennaio 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

13.12.2019

Fiòca sui banchéti
ma no l’è più Santa Lùssia

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Silvino Gonzato “Cade la neve“ cantava Adamo e io - scrive la Olga - la canticchiavo anche d'estate. Il mio Gino mi diceva: «Vuto che fiòca?». «Magari» - gli rispondevo - così se rinfreschémo». “Cade la neve“ canto oggi che è Santa Lùssia. Fiòca sui banchéti de piassa Bra che de Santa Lùssia non hanno più niente. I vende pignate, formàio, salsicce e frìtole ónte, come se non bastassero i banchéti de Santa Kraut a nausearci con le loro spusse di fritto. Fiòca sui cantieri della filovia, sulle case ingabbiate di Madonna di Campagna e su quelle di via Palladio alle quali il presidente dell'Amt, Barini, ha appena regalato una piscina che magari stasera la se ingiàssa così se fa l'Holidèi on àis. Mi me imborésso quando fioca. Son restà butìna anca se g'ò le ràpole da vècia. In Bra incontro la Erminia. Ghe fiòca sul panéto co’ la porchéta che la magna de gusto. «Magnèghene uno anca ti e el to Gino» mi dice indicandomi il banchéto avvolto da una nuvola di fumo ónto. «No, gràssie - le dico -. Gh'émo i trigliceridi alti». Una volta ai banchéti de Santa Lùssia si veniva per comprare i giocattoli ai bambini. Oggi si comprano onlàin. Anzi sono gli stessi bambini che se li ordinano su Amazon cosicché i banchéti non hanno più senso. La tradizione l'è andà a fàrse ciavàr. La merce è pressoché la stessa dei mercatini rionali. Così a un banchéto cinese compro un par de mudànde per il mio Gino e 'na baretina de lana per me. «Le vùto rosse così te te le méti a Nadàl?» chiedo a mio marito. La neve mette voglia di Natale. «Sì - mi risponde il mio Gino - magari me le tégno indosso fin a Epifania». Più in là fiòca sulla Casa di Giulietta e sull'annoso indovinello: «Da che parte se andarà rénto e da che parte se andarà fora?». Fiòca sul municipio dove Pippi Calzelunghe sta tuittando lodi a se stessa e ai monopattini. «Che fiòca anca su l'Arsenàl? Andémo a védar se i à giustà i cópi?» mi dice il mio Gino. «No - gli rispondo - ià apena publicà el bando, ghe ne vol de fiocàde prima che i ghe méta le mane!». «El solito bandòto?». «No, staòlta l'è un bandòto internassionale» gli dico. Fiòca e se ciapémo par brasséto. Fiòca su la pelada del me Gino che la ghe fuma come i würstel de Santa Kraut. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1