16 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

07.02.2019

E ora con la tecnologia
la posta arriverà puntuale

La Posta della Olga
La Posta della Olga

La notizia che le Poste hanno dotato i postini di tricicli elettrici con grandi portapacchi adatti a ospitare pile di scatoloni - scrive la Olga - ci rende felici perché finalmente, grazie a questi mezzi tecnologici d'avanguardia, lettere e giornali arriveranno puntuali. D'ora in poi gli abbonati ai quotidiani li riceveranno al mattino presto, ancora freschi di inchiostro, e non più alla sera o il giorno dopo, e gli abbonati alle riviste potranno leggerle lo stesso giorno di uscita, non più dopo che in edicola saranno già arrivate quelle della settimana successiva. In pratica, grazie alla tecnologia, si ritornerà al passato quando, nonostante i postini fossero dotati di rochetóni non motorizzati, la posta arrivava in orario e se una cartolina di Natale veniva recapitata a Pasqua, il disguido era talmente singolare da diventare notizia da prima pagina. Però l'Alfio, el vècio postìn di quei tempi el scórla la testa. «No sté ilùdarve - mi dice - parché no cambia 'n'ostia». «Ma come! - gli rispondo - adesso i g'à i tricicli eletrici. Par fòrsa deve cambiàr calcòssa». «La me scólta, Olga - mi dice - A parte che mi e el Tòtola, postini del quartiér, coréimo de più dei tricicli eletrici de adesso parché la domìnica andàimo a alenàrse coi nostri rochetóni su le Torrèle e ci arivàa ultimo el pagàa el bianchéto, l'è 'na questión de organisassión, de mentalità e de rispèto de l'utente». E mi spiega che ai suoi tempi la corrispondenza era sacra e le Poste si dedicavano solo a questo mentre adesso si occupano prima di tutto di finanza, di assicurazioni e di telefonia, e poi, come ultima rua del carro, del recapito della corrispondenza. Insomma, per l'Alfio non bastano i tricicli a motore per cambiare le cose. E pensare che io ci ero cascata. Ieri la Elide si era lamentata perché per l'ennesima volta il postino le aveva infilato nella cassetta della posta l'avviso di giacenza di una raccomandata senza aver prima citofonato. «L'è sta l'ultima òlta - l'ho rincuorata - parché adesso che i g'à i tricicli a motór, i se tacarà al campanèl fin che no te vè zó a firmàr».

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1