23 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

19.07.2019

Consigli per i navigadóri
Meglio il citofono del computer

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Non ho ancora ben capito cosa faranno i navigator di Di Maio - scrive la Olga - che stanno per arrivare nei Centri per l'Impiego del Veneto. Ma avrei qualche suggerimento da dare ai trentadue destinati alla nostra città. Invece di smanettare al computer nella vana ricerca di aziende che assumano disoccupati che in parte non hanno alcuna voglia di trovare un'occupazione perché gli basta il reddito di cittadinanza, facciano il giro dei tabachìni, dei becàri, delle mercerie, dei bareti, dei frutarói e perfino degli ospedali dove troverebbero, attaccati a vetrine, porte o muri, i bigliettini di chi ha davvero voglia e bisogno di lavorare e si offre per mestieri molto spesso umili. E magari guardino anche sui pali che sorreggono i tabelloni delle fermate degli autobus, negli ascensori e nelle toilette degli uffici pubblici. Io ne vedo ogni giorno in abbondanza di questi supplicanti bigliettini. Dal becàr Balansa ne ho visti un paio anche stamattina, uno era di una certa Ines che si offriva per lavori domestici, l'altro era di un certo imbianchino Fausto che si proponeva per ritinteggiare appartamenti. «Guarda, ghe n'è uno anca qua, bisognarìa ciamàr el navigadór» mi ha detto il mio Gino alla fermata dell'autobus. Era di una certa Wanda che si proponeva come "esperta massaggiatrice". «Lassa star, l'è 'na brica» gli ho risposto. Se si fa eccezione per le affissioni delle prostitute che si mascherano da massaggiatrici o che si dichiarano apertamente, di richieste di lavoro ce ne sono a bizzeffe. E se non bastassero, i navigator potrebbero citofonare casa per casa come fanno gli agenti immobiliari: «Buongiorno, mi manda Di Maio, c'è qualcuno in casa che prende il reddito di cittadinanza ma che ha anche voglia di lavorare?». Più che di un computer, questi procacciatori di impieghi che, finita la loro missione, torneranno a essere disoccupati (questa l'è proprio bèla), avrebbero bisogno di una bicicletta o di un motorino come i pony pizza. Altruisti stipendiati, invece di cercare un lavoro per se stessi, lo cercano per altri. Magari ne trovano uno che gli fa comodo e danno le dimissioni da navigadór. Glielo auguro perché sono gli unici personaggi dignitosi in questa vicenda di populismo becero e di approfittatori scansafatiche.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1