23 settembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

09.09.2019

Altro che la filovia
Pensate prima a Veronetta

La Posta della Olga
La Posta della Olga

C'è un'unica grande opera - scrive la Olga - di cui la città avrebbe assoluto bisogno. Non è né la filovia né il traforo, di cui peraltro non si parla più. Da sempre Veronetta, appena vien zó qualcosa de più de do gósse, la va soto acqua. È successo anche ieri. La Erminia, che abita in via Santa Chiara, avrebbe avuto bisogno di una gondola per uscire di casa. «Me par da èssar a Venessia co' l'acqua alta» mi dice al telefono, e mi chiede: «Da tì come èla?». Le rispondo che ho l'acqua in cantina e che il mio Gino mi sta raccontando che in viale Venezia e in via Torbido le auto fanno le scie come i motoscafi. «Anca le strade qua vissìn iè sotto acqua - mi dice la Erminia -. Sento le dòne ciamàr i gati. Ghe n'è una che la siga "Miciooo!"». Anca éla la sèrca el gato, ò pensà, e invese la sercàa so marì ciamandolo come la fa quando l'è in intimità con lu». «E l'àla catà sto marì?» chiedo alla Erminia. «No - risponde - ma la Ernesta, passando soto la me casa noàndo, la mà dito che l'à visto uno rampegàrse su 'na gronda. Forse l'è lu». Telefono alla Palmira che abita in via Cigno. «Sito soto acqua anca ti?» le domando. «Par fortuna no - mi risponde - ma qua gh'è un cantiér da mesi. No so cosa i faga. L'è ora de finirla. Ogni tanto gh'è uno che el porta in Sovrintendènsa 'na sésta de ossi». «Bè, se te si al suto te saludo» le dico. Chi amministra questa città, prima di pensare ad altre òstreghe, deve fare in modo che Veronetta non vada sotto acqua ogni òlta che el ciel el pissa. Questi sì che sarebbero dei cantieri utili, non quelli della filovia che, oltre a incasinare il traffico, mandano in bestia residenti e commercianti. Sui posti auto che si perderanno con la filovia in via Palladio c'è stato uno scontro tra l'assessòr Zavarise e il presidente dell'Amt, Barini. Il primo difende i commercianti, il secondo difende se stesso e il suo mezzo vetero-avveniristico. Irritato, Barini ha risposto all'assessór che tutto sommato in via Palladio, spostando i cassonetti delle sgaùie, si perderanno 10 posti auto invece dei 22 preventivati. Ma siòr Barini, se come el dise lu, la filovia porterà dei grandi vantaggi a una città dove ormai non si trova da parcheggiare che sui cópi delle case, di stalli, tanto per cominciare, non se ne dovrebbe perdere neanche uno.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1