26 maggio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

08.05.2019

È nato il principino
ma chi se ne frega

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Quando la televisione ha dato la notizia che era nato il primogenito del principe Harry e della duchessa del Sussex, Meghan, stavo pelando le patate e mi sono emozionata. Nei giorni precedenti c'era stato il tormentone se Meghan avrebbe partorito in casa, il Frogmore Cottage, o in una clinica privata. E tifavo perché il bambino nascesse in casa, come sono nata io, con la levatrice Zeffirina che i miei genitori hanno ricompensato con un paio di verze che avevano raccolto nell'orto e che poi mi ha fatto da madrina al battesimo. Confesso che sono rimasta un po' delusa quando al telegiornale hanno detto che Meghan aveva partorito in clinica ma questo non mi esimeva dal fare il piantino. Non credo che quando sono nata io a Buckinghan Palace gliene sia fregato qualcosa ma sono diventata vecchia lo stesso e questa è l'unica cosa che conta. Quando nasce un bambino è sempre festa ma quando nasce un principino inglese si ferma il mondo. Quando invece sono nata io davanti a casa mia si fermava solo il tram. «Èto sentìo - ho detto al mio Gino che era rientrato dal bareto con le braghe róte sul cul e camminando a gambe larghe - che è nato el fioléto de Harry e Meghan?». «Sì - mi ha risposto - ma no me ne frega un'ostia». «Ma come! - ho risposto - in tuto el mondo no se parla de altro e ti te te ne freghi?». «A mi me interessa solo catàr quel che m'à ciavà la sèla de la bicicleta». «Ghe sìto montà insìma sensa acòrsarte?». «Sì, e no te digo che dolór, el tubo el m'è andà su tuto. Bisogna che te me faghi i impàchi». Mentre gli facevo gli impacchi di camomilla, la televisione diceva che tutto il mondo stava aspettando con ansia di sapere il nome del principino e ho fatto un altro piantìn ma stavolta non sulle patate ma sul de drìo del mio Gino, che aveva tutte le ragioni de cainàr. Anche lui piangeva ma non di emozione. In quel momento mi ha telefonato la Elide. «Son qua che piànso - mi ha detto - In televisión ià apena dito che el fiól de la Meghan el pesa tri chili e du èti». «Anca mi e el me Gino sémo qua che piansémo, lù più de mi parché l'emossión la g'à ciapà i bassifondi. E adesso me despiàse ma devo métar zó parché el g'à i convùlsi» le ho risposto.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1