23 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Febbraio

05.02.2015

El bareto influenzato candida Ociodevéro

La posta della Olga
La posta della Olga

«Prima di mezzanotte» scrive la Olga «il mio Gino non torna mai dal bareto, ma ieri sera alle diése era già a casa».
«“Stèto mal?” gli ho chiesto quando l'ho visto entrare e buttare la bareta co' le reciare sulla tòla. “Mi no” mi ha risposto “ma gh'è el pico de l'influensa e alora l'oste Oreste, visto che nel locale l'era tuto un sbosegàr e un sgataràr, l'à parà ia tuti e la tirà zó la saracinesca, così no émo gnanca finìo i discorsi sui candidati a sovrintendente della Affondassione Arena”».
«Curiosa, gli ho chiesto che discorsi erano».
«“Semplice” mi ha risposto. “Siccome dei 34 candidati a ciapàr el posto del Girondini, al bareto no ghe ne piase gnanca uno, el ragionier Dolimàn l'à scominsià a butàr zó su un tòco de carta i nomi delle personalità che, se secondo lu, le g'à quel profilo manageriale e artistico che invese ghe manca ai nomi che circola in 'ste ore”». «“Purtropo l'à solo scominsià parché in un attimo è arrivato el pico dell'influensa e quando si è messa a sgataràr anca la Beresina, l'Oreste l'à serà botega”».
«A quanto mi ha riferito il mio Gino, al bareto, dove c'è pure gente che ha fatto le scole alte e conosce il mondo, non è che i 34 candidati siano stati scartati perché inadatti a ricoprire una carica così importante, ma perché ogni nome suscitava interrogativi del tipo “Ci èlo?”, “Ci èlo ci?”, “Ci ghe dìrli?”, “Ci l'à cunà?”, mentre ci si aspettava una rosa di candidati celebri e finalmente competenti».
«E allora ecco le vere personalità che, secondo el ragionier Dolimàn, possiedono tutte quelle doti di conoscenza e di professionalità necessarie per dirigere l'Affondassione Arena, tirandola fora dalle pétole in cui si trova. Sul tòco de carta el ragionier ha scritto per primo il nome di Ociodevéro, maestro del coro del bareto “Le voci dell'alcol” e organizzatore del festival lirico della Mambrotta; per secondo ha scritto il nome dell'Angelìn che el porta via el pàn in bici fischiando “La Traviata”; il terzo nome è stato quello del Gigi Grassi, l'attuale Papà del Gnoco che, dirigendo una bottega di argenti, sa anche far di conto. Il quarto nome è stato quello della Mary Slandrona che conosce tutti i tenori. E al quinto el ragionier si è interrotto perché è arrivato “el pico”».

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1