26 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Aprile

17.04.2015

Se il Gruppo misto si candidasse alle elezioni

La posta della Olga
La posta della Olga

«Nei parlamentini delle circo-scrissioni», scrive la Olga, «gli ex tosiani non più d'accordo con le idee del sindaco espulso dalla Lega, sono passati nei Gruppi misti. Nel parlamentone, quello romano, deputati e senatori d'accordo con le idee di Tosi e non riconoscendosi più nella Lega di Salvini, sono passati nel Gruppo misto. Ci sono stati periodi in cui in Comune il Gruppo misto era quasi maggioranza. Ho chiesto al mio Gino cosa sia il gruppo misto. “Un gruppo - mi ha risposto - dove ci sono insieme òmeni e dòne, come nelle scole dove ci sono le classi miste formate da maschi e femmine”».
«Ricordo che quando andavo a scuola ero in una classe mista. Butelòti e butelòte si dividevano lo stesso banco. Un butetòto e una butelòta facevano coppia anche fuori della scuola e studiavano insieme a casa di lui. A fine anno la butelòta si è presentata agli esami incinta».
«Ho chiesto al mio Gino se nei Gruppi misti può succedere anche questo. “Dipende - mi ha risposto - perché ci sono Gruppi misti in cui ci sono solo òmeni e altri, come nelle circo-scrissioni, dove ci può essere un unico consigliere, òmo o dòna che fanno i misti da soli».
«Ho chiesto al mio Gino se il Gruppo misto si può presentare alle elezioni con un proprio simbolo, magari una frittura mista, un bel piatto di gamberi, totani e polipi dorati dall'olio bollente. "Questo non lo so" mi ha risposto, "bisogna chiederlo al politologo Scoatìn dell'università di Cavaión"».
«Non so cosa risponderebbe el Scoaìn ma io credo che potrebbe essere un'idea: chi non si riconosce in alcun partito vota per il candidato gambero o per il candidato totano o per il candidato polipo e magari ci si ritrova con una totano presidente del Consiglio».
«Io, se fossi in politica e ci fosse la possibilità di candidarsi per il Gruppo misto, lo farei. Non avendo simpatia per alcun partito, mi candiderei per un non-partito e, se eletta, mi ritroverei in un Gruppo misto che mi figuro quieto, dove ci si rispetta perché nessuno ha un'idea precisa, si votano i provvedimenti del governo secondo coscienza e c'è molto tempo libero per giocare a burraco o per amoreggiare, come a scuola».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1