26 giugno 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Aprile

11.04.2015

Quando el Birbarelli andava su e zó con la funicolare

La posta della Olga
La posta della Olga

«Fra tante brutte notizie, eccone una buona» scrive la Olga. «Tra un anno sarà pronta la funicolare che collegherà Santo Stefano a Castel San Pietro. L'ultimo viaggio lo aveva fatto settantacinque anni fa il poeta Birbarelli, il decano del bareto, che ricorda: “Mi menavo su e zó anca sinque volte al giorno, me piaséa védar la cità da l'alto e el castèl de San Piero dal basso”. Settantacinque anni fa c'era la guerra e c'era poca gente che aveva voglia di andare su e zó. “Bruta roba - dice Il poeta Birbarelli - mèio no pensàrghe».
«La funicolare sarà un'attrazione in più per la città. Le altre, a parte i monumenti, non le ricordo. Il ragionier Dolimàn, reduce da una gita a Vienna col dopolavoro ragionieri, ha detto al mio Gino che là c'è una ruota panoramica dalla quale si vede tutto il panorama».
«Non mi viene in mente che tra le tante idee delle amministrazioni che si sono succedute ci sia stata anche la ruota panoramica. Ricordo il casinò, l'Àdese navigabile, l'Arena girevole, il monumento a Vittorio Emanuele semovente, Madonna Verona smontabile per le processioni, le Arche Scaligere sulle rotaie in modo da spostarle qua e là dove si voleva, ma della ruota panoramica, se non sbaglio, nessuno ha mai parlato. Dalla funicolare podarémo védar solo i copi della césa de Santo Stefano e, tirando el còl, anca altri copi, ma, par intanto, contentémose». «Devo dire che i schei per la funicolare li mette la Cariverona la quale però ha ritirato il finanziamento all'emporio della solidarietà perché stufa del tiramòla che va avanti da troppo tempo».
«In Comune non trovano l'accordo, i bèga, i se immula, i se indorménsa, i se desméntega, fatto sta che, come su tutte le opere di carità che non siano a profitto di chi dovrebbe farla, l'emporio el va a reméngo. Se ne riparlerà, forse, dopo le elezioni regionali».
«A reméngo, ma non da ancó, va anche l'Agec che non è un ente caritatevole. Il cda ha dato le dimissioni e si ricomincia daccapo. Il mio Gino sostiene che per questo non diminuiranno i funerali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1