19 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Aprile

02.04.2015

Ma così la Bindi ci rovina il turismo

La posta della Olga
La posta della Olga

«Per Pasqua e Pasquetta è previsto il pieno di turisti» scrive la Olga. «Vengono a vedere la mafia che s'infiltra a Verona come la processionaria si infila tra pini e i cipressi delle Toresèle. La mafia che striscia come un bisso, che rósega, strùfega, ràtula, pròstega, bràstega, infùrola. Non è un bello spettacolo come l'Aida ma è pur sempre uno svago per chi viene da una città senza macchia e vuole gioire del confronto. Peccato che non funzionino ancora le scale mobili del parcheggio dell'ex Gasometro ma questo è un problema minimo che si risolverà con gli anni, come tutti i problemi minimi».
«Dopo che dalla Prefettura la Bindi ha lanciato l'allarme sulle infiltrazioni mafiose, il grafico delle prenotazioni ha avuto un picco come lo spread sotto Berlusconi. Vedere i mafiosi con coppola e lupara tascabile in una città del nord e, per giunta, con un'amministrazione leghista (da poco ex, ma solo in parte) non è più raro come vedere i leoni al Polo».
«Per questo la Bindi ha tirato le réce alla Prefetta e al Procuratore. Non hanno fatto abbastanza contro le infiltrazioni della malavita organizzata. Non sono bastate le quattro interdittive della Prefettura e le direttive della Procura: i mafiosi devono essere ciapà par el copìn e portati davanti alla commissione presieduta dalla Bindi: “Chistu è Totò 'o fitùso, chistu è Pinuccio 'o pecoraro, chistu è Pietruzzu 'a munnizza”. Così si fa, orco d'un can».
«Ma così la Bindi ci rovina il turismo. Ci priva di un'attrattiva importante. Siamo la quarta città del nord a maggior rischio di infiltrazioni mafiose. Lo ha detto lei stessa in piena campagna elettorale perché il messaggio sia più efficace. E allora perché guastarci questo privilegio di ignominia chiedendo commissioni di accesso al Comune per vedere se Totò 'o fitùso, Pinuccio 'o pecoraro e Pietruzzu 'a munnizza si sono già insediati?»
«La Bindi può aver ragione ma a noi interessa prima di tutto il turismo. Fare il pieno a Pasqua per noi è importante. Dobbiamo far circolare il trenino, il pullman descuèrto e la carrozzella. I mafiosi si sono infiltrati anche lì? Beh, a questo non ci avevamo pensato. La cosa è più preoccupante di quanto non immaginassimo».COPYRIGH

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1