25 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Aprile

22.04.2015

Come fare per portare la nonna in stazione

La posta della Olga
La posta della Olga

«Il figlio o il nipote che debba portare un anziano con le gambe stracche o malate o con il cuore malandato a prendere il treno» scrive la Olga «non potrà arrivare con l'auto davanti alla stazione di Porta Nuova, fare scendere il caro familiare e aiutarlo a trascinare il trolley (valisa co' le rue) fino all'ingresso o fino ai binari».
«Dovrà parcheggiare negli appositi spazi lontani un centinaio di metri e caricarsi sulle spalle il papà, la mamma o il nonno o la nonna che siano. Sulla corsia davanti alla stazione possono infatti transitare solo i taxi e le auto blu che trasportano autorità con molti meno anni, con le gambe sane e il cuore che pompa - se si tratta di un politico - per il bene dei propri elettori».
«I contravventori saranno multati, oggi direttamente dai vigili, domani grazie a una telecamera inesorabile. Mi dice il ragionier Dolimàn, che gira l'Italia, che in nessun'altra città gli anziani devono essere portati sulle spalle fino alla stazione, ma, come tutti gli altri cittadini, possono farsi condurre in auto fino all'ingresso, se non a quello principale, almeno a quello secondario».
«È una questione di civiltà, come dice el Gaio, il calzolaio. E anche di equità perché non tutti si possono permettere di prendere il taxi».
«Per quanto riguarda le telecamere, il mio Gino dice che ormai manca solo che ce le mettano nel cesso».
«Sono comunque sicura che nei prossimi giorni sarà resa giustizia anche agli anziani stracchi o malati e ai parenti che li devono portare sulle spalle (come faceva Enea col padre Anchise, mi suggerisce il professor Scalcagnato che però non specifica dove il vecchio prendesse il treno)».
«In che modo non lo so ma il più semplice sarebbe che el fiól o el neódo facesse domanda al comando dei vigili, con buon anticipo, diciamo novanta giorni, specificando la data e l'ora in cui el pare o la mare o el nono o la nona, dovrà prendere il treno».
«Il comando, istruita la pratica, manderà un vigile a casa dell'anziano o dell'anziana a verificare che non ci sia sotto un imbròio come nei permessi per l'handicap. Dopodiché verrà rilasciato un permesso al solo anziano o anziana - escludendo i parenti - il quale potrà arrivare con l'auto nella corsia vietata, scendere e andare a prendere il treno».
«L'auto sarà immediatamente rimossa dal carro attrezzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1