26 giugno 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Aprile

03.04.2015

A Pasquetta tra ovi invelenà e ovi tirolesi

La posta della Olga
La posta della Olga

«Sta arrivando la Pasqua. Èmo apena desfà l'albero de Nadàl e l'è zà Pasqua» scrive la Olga. «El tempo el córe, el g'à el fogo al cul. Ma siamo noaltri a correre drìo al tempo o el tempo a correre drìo a noaltri? Ce lo chiedevamo ieri sera a cena io e il mio Gino e, appena al bareto hanno saputo della domanda che ci siamo posti, hanno aperto il dibattito».
«La Elide no la desfa mai l'albero de Nadàl, quando l'è Pasqua la tira zó le baléte e la ghe taca i ovi. Per el resto de l'ano la ghe taca le boléte de le utense, trasformandolo in un albero del pianto. Quest'anno non si può porgere il rametto d'ulivo parché l'è pelà par via de una malattia che la se ciama Xyllella, ma come simbolo di pace ogni frasca la va ben tranne i spinaràti».
«Di spinaràti e ortìghe fanno un largo uso i politici in questa campagna elettorale senza esclusione di scalpi. Si spinano e si ortìgano a vicenda».
«Tosiani ed ex tosiani si fanno la guerra anche nelle circo-scrissioni. Si avvelenano a vicenda i ovi duri. A noaltri ci interessa poco. La spartissione delle careghe no la g'à gnente de evangelico. Noaltri sémo par la spartissión dei pani e dei pesci. Ai sepolcri imbiancati ghe daressimo 'n'altra man de bianco».
«I nostri amici di Innsbruck, Hans e la Brigitte, vengono a Verona a vedere la mafia che si infiltra nell'aministrassione comunale. La Brigitte mi ha telefonato per chiedermi se si paga il biglietto».
«Gli albergatori si lamentano di aver dovuto abbassare le tariffe per attirare i clienti e subito c'è stato chi ha detto che la categoria è in crisi, ma se c'è una categoria in crisi è quella di chi paga, non quella di chi incassa».
«Le tasse sono arrivate al 43,5 per cento e meno male che questo governo aveva promesso di abbassarle. Stipendi e pensioni sono sempre più magri e perdono le fóie come gli ulivi. 'Na man de bianco anca al governo che ci prende par el de drìo. Io e il mio Gino passeremo il uichénd pasquale con Hans e la Brigitte. Portano i ovi tirolesi che sono diversi dai nostri perché hanno el capèl col penèl da barba a mo' di piuma e le tirache di cuoio con disegnate delle stelle alpine».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1