11 dicembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il Forum de L’Arena

21.11.2019

Plasticfree? Più facile a dirsi
che a farsi: lo dicono gli esperti

Si fa presto a dire plasticfree. Liberarsi dalla plastica è molto più complesso di quello che sembra. Perché? Perché ci dobbiamo ancora attrezzare. Intanto però arriva la plastic tax che rischia di essere una stangata enorme per le aziende. Per discutere di tutto questo attorno al tavolo del forum de L’Arena si sono confrontati Marco Omboni, responsabile marketing di Isap e presidente di Pro. Mo Confindustria; Giuseppe Meglioranzi presidente Transeco; Giangiacomo Pierini direttore relazioni istituzionali di Coca Cola e Paolo Caldana di Confcommercio e Davide Cecchinato di Adiconsum.

 

Al momento dunque, come spiega Giangiacomo Pierini, la plastica è ancora fondamentale per molti prodotti e per gli imballaggi, in attesa che vengano messi a punto nuovi materiali e gli impianti adeguati per smaltirli perché, come ammette il presidente di Transeco Giuseppe Meglioranzi, non ci sono ancora gli impianti per riciclare bioplastica o plastica compostabile che vanno nel termovalorizzatore insieme con gli altri rifiuti. I nuovi materiali si stanno mettendo a punto come rivela Marco Omboni di Isap ma non ci sono certo i volumi sufficienti né gli impianti per far fronte all'impatto. Quindi per il momento l'unico dato che rischia di essere reale è la maxi-stangata per le aziende, decine di milioni in tasse che verrebbero sottratti agli investimenti sui nuovi prodotti. Stangata che, dicono i consumatori, andrebbe a ricadere sulle famiglie. La soluzione? Favorire il recupero e il riciclo della plastica e la transizione verso nuovi materiali: recuperare la plastica e riutilizzarla il più possibile, cambiando le norme attuali. E migliorando la differenziata: un circolo virtuoso.

Maurizio Battista
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1