17 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Economia

11.07.2013

Il brand «Buon Gusto Veneto» nella grande distribuzione

Il corner di Buon Gusto Veneto al centro commerciale Galassia
Il corner di Buon Gusto Veneto al centro commerciale Galassia

Il valore aggiunto è un brand. Patrimonio di una rete d'imprese medie e piccole dell'agroalimentare, che sotto l'ombrello di un unico marchio stanno penetrando il mercato attraverso un ventaglio di iniziative strutturate.  Ad un anno dalla nascita, con la registrazione del contratto proprio a Verona, dove hanno sede sei delle 15 aziende che hanno da subito creduto nell'aggregazione, «Buon Gusto Veneto», al quale nel frattempo hanno aderito, anche se non ancora formalmente, altre 19 realtà del settore traccia il bilancio della propria attività e lancia i progetti futuri. «Il primo esperimento andato a segno ha riguardato la creazione di un corner di 40mq di prodotti alimentari delle imprese della rete all'interno dell'ipermercato Galassia. Olio, caffè, pasta, dolci, riso, gastronomia, formaggi e vini tutti sotto la stessa insegna», spiega Giancarlo Taglia, manager di rete. «Il corner è rimasto operativo dal 19 novembre al 17 gennaio, con una hostess per otto ore al giorno e gli imprenditori delle aziende di Buon Gusto Veneto che si turnavano per presentare ai clienti l'eccellenza dei loro prodotti. Un esempio di filiera corta, inserita nella grande distribuzione organizzata, che ha funzionato, nonostante alcuni marchi della rete fossero già a scaffale nell'ipermercato».  In 50 giorni sono stati venduti prodotti per un volume complessivo di 70mila euro e due imprese del raggruppamento sono entrate in assortimento continuo per Galassia. Il che significa commesse tutto l'anno da parte di uno dei principali iper del Veronese. «Un risultato impossibile da conseguire se le aziende si fossero presentate da sole, indipendentemente dalla qualità dei loro prodotti. Le realtà micro difficilmente riescono a diventare fornitrici della Gdo, dove trovano la concorrenza delle multinazionali dell'alimentare», aggiunge.  DISTRUZIONE LOCALE E NAZIONALE. Il corner è tornato al Galassia dal 13 maggio al 2 giugno e replicherà anche ad ottobre e dicembre. Ma non è tutto: gli esiti dell'esperimento e la partecipazione a Tuttofood di Milano (che ha fruttato contatti con 55 buyer stranieri e l'interesse di una grande catena lituana, ndr) hanno portato Buon Gusto Veneto a proporre il corner anche alla distribuzione nazionale. A settembre il brand inaugurerà anche la vendita online dei prodotti delle aziende in rete, già nella vetrina virtuale www.ilbuongustoveneto.it.  «Abbiamo inoltre concluso la progettazione del prototipo di negozio che potrà essere aperto in franchising con il nostro marchio. L'idea è di partire da un paio di punti vendita a Venezia e nella zona di Abano Montegrotto, a grande intensità turistica», prosegue il manager. «Lì si troveranno i prodotti delle aziende della rete, si farà ristorazione veloce a prezzi contenuti e ci saranno postazioni multimediali per proporre il Veneto turistico». A questo servono le partnership che l'aggregazione sta sviluppando a 360 gradi, coinvolgendo istituti bancari, come Banco Popolare, ma anche Parco Natura Viva di Pastrengo e Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio. Allo studio anche un accordo con gli istituti alberghieri regionali, che selezioneranno una decina di diplomati per provincia interessati ad avviare un'attività di catering con il paniere dei prodotti del marchio. Ed infine il progetto di replicare l'esperienza veneta nelle principali regioni italiane a forte vocazione agroalimentare. «L'obiettivo sarebbe di creare una decina di reti locali da unire sotto l'unico brand nazionale, da ribattezzare magari il Buon gusto italiano», dice Taglia, «per portare le pmi del settore ad internazionalizzare nei diversi continenti il food made in Italy prodotto ancora nelle nostre piccole imprese familiari».  © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valeria Zanetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1